Paganese, si complica la corsa iscrizione

Scritto da , 10 luglio 2015
image_pdfimage_print

PAGANI. E’ fissata per martedì la deadline. Dentro o fuori. E per la Paganese quella verso l’iscrizione è sempre più una corsa ad ostacoli. Nella giornata di ieri il Tribunale di Nocera Inferiore ha respinto la richiesta , presentata dall’avvocato Carrara del presidente azzurrostellato Raffaele Trapani circa il dissequestro di alcune delle quote sequestrate. Sarebbe stato un passaggio fondamentale al fine di ottenere la fidejussione necessaria all’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. In ogni caso il massimo dirigente cercherà di risolvere il tutto questa mattina. L’impegno della società non è in discussione ma gli ostacoli da superare non sono certo pochi. E il tempo inesorabilmente scorre. Quella di oggi potrebbe quindi essere la giornata decisiva per i colori azzurrostellati. Trapani cercherà di stringere i tempi per non ridursi all’ultimo secondo utile. Con la situazione societaria in stand by, al momento sono congelate anche tutte le operazioni di calciomercato. Grassadonia e Fusco aspettano soltanto un cenno per iniziare la nuova avventura in azzurrostellata. ma l’ufficializzazione delle due nomine arriverà soltanto a iscrizione avvenuta. Così come saranno formalizzate dopo le prime operazioni di mercato. Dai rinnovi di Marruocco, Deli e Tartaglia ai nuovi acquisti. Il dg D’Eboli in questi giorni oltre a dare una mano al presidente e al segretario Ferraioli per sbrigare la pratica iscrizione, ha trovato il tempo di muoversi anche sul mercato. Dall’incontro con Fabiani è arrivato il no di Fall, ma non è detto che il giocatore possa convincersi più in avanti dopo una prima fase di ritiro con la Salernitana di Torrente. Più facile avere dalla Salernitana Grillo e Nappo, mentre i granata non vorrebbero privarsi di Martiniello e Cappiello, che dovranno comporre la coppia offensiva della nuova Primavera della squadra cara a Lotito e Mezzaroma. Mister Graassadonia dal canto suo ha già allertato alcuni dei suoi “fedelissimi”. ome Nigro, Luca Orlando, seguito dalla Casertana,  Pepe, Agresta, Neglia Pastore e Robertiello. Tutta gente che conosce già il tecnico e la piazza di Pagani. In uscita Djibo piace al Pontedera mentre va registrato il pressing di Catanzaro e Carrarese su Calamai, elemento molto apprezzato dall’ex tecnico Sottil ma che potrebbe non trovare spazio nella prossima stagione sotto la guida di Gianluca Grassadonia. Poi c’è Geroni, mediano in regime di svincolo. Saranno giorni di fuoco, dunque, e non solo dal punto di vista strettamente climatico con l’auspicio di poter parlare esclusivamente di calcio a stretto giro di boa in una piazza che come ogni anno si attende delle risposte concrete da questa società che, comunque, opera sempre al meglio delle proprie possibilità cercando di mantenere, anche se con grandi sacrifici, la Paganese nel campionato di Lega Pro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->