Paganese, pochi dubbi per mister Sottil

Scritto da , 20 febbraio 2015

E’ in programma questa mattina la seduta di rifinitura della Paganese in vista del derby di domani contro la Juve Stabia. Ieri il gruppo ha svolto un intenso allenamento tecnico tattico co i soli Deli e Coulibaly che hanno svolto lavoro differenziato. Per quanto riguarda la formazione che Sottil manderà in campo sembrano esserci davvero pochi dubbi. Resta da sciogliere soltanto il ballottaggio in attacco tra Longo e Russini, con il secondo che parte favorito. A completare il reparto ci saranno Aurelio e Girardi. Resterà fuori Santaniello, che ha accusato un piccolo problema muscolare. A centrocampo fuori Bergamini e dentro Baccolo. Questa l’unica novità del reparto che sarà completato da Malaccari e Calamai. In difesa, complice la squalifica per un turno di Moracci, tornerà titolare l’ex Salernitana Armando Perna che agirà in coppia con Tartaglia. I due esterni saranno Vinci, confermato nonostante la prova negativa contro il Lecce e Donida, che ha ben impressionato e che ha vinto il ballottaggio con Bolzan. Quello di domani è sicuramente un match molto atteso. Sono 39 i precedenti in campionato, con la Juve Stabia avanti nel computo totale delle vittorie grazie ai 12 acuti messi a segno dai gialloblù, a fronte degli 11 successi targati Paganese. Volendo scendere ulteriormente nei dettagli, nei 19 match disputati sin qui al Menti tra le due compagini, la statistica arride agli stabiesi. Sono infatti 9 le vittorie dei gialloblù, 8 i pareggi e 2 sole le sconfitte subite per mano dei salernitani. L’ultima vittoria maturata dagli azzurrostellati in quel di Castellammare, risale alla lontana stagione 1979-80, allorquando la Paganese si impose in esterna con il risultato di 0-1. La Juve Stabia, invece, in tempi recenti ha avuto la meglio sui cugini del Torre, nella stagione 2003-04. La Juve Stabia si impose tra le mura amiche per 1-0, conquistando poi nell’ultima giornata di campionato con il potenza il titolo di campione di categoria (ndr, serie D). Nell’ultimo confronto disputato al Menti, le due squadre in campo non andarono oltre il pareggio a reti inviolate. Gli scenari ora sono diversi: un pareggio potrebbe mettere in cattive acque, ambedue le formazioni in questa fase decisiva della stagione.

Consiglia