Paganese, nove giorni di fuoco

Scritto da , 6 luglio 2015

PAGANI. Giorni decisivi in casa Paganese per il futuro. In attesa di capire cosa succederà sul fronte iscrizione, la società si è mossa per tempo per l’allenatore risolvendo di fatto il problema con  Gianluca Grassadonia. Un tecnico giovane ma che ha già maturato delle esperienze importanti in Lega Pro proprio alla guida del sodalizio azzurro stellato con dei risultati assolutamente soddisfacenti. Rispetto alla gestione Sottil ci saranno dei cambiamenti radicali a partire dal metodo di lavoro per finire ai calciatori. Già, con Grassadonia in panca difficilmente verranno rinnovati i contratti con diversi  giocatori della scorsa stagione.
Appena verrà ufficializzato il tutto Grassadonia prenderà in mano le redini della situazione e di concerto con il diggì D’Eboli provvederà ad andare sul mercato per andare a scegliere le pedine giuste per la nuova Paganese. Tuttavia le attenzioni sono rivolte tutte alla fidejussione necessaria per completare la domanda d’iscrizione al campionato.
Saranno due settimane di fuoco, dunque, e non solo dal punto di vista strettamente climatico con l’auspicio di poter parlare esclusivamente di calcio a stretto giro di boa. Il ritiro della compagine azzurro stellata dovrebbe tenersi ad Acquasanta Terme, in Toscana, con il diggì D’Eboli che in questi giorni sta mettendo a punto la situazione proprio per non incorrere nel rischio di eventuali spostamenti dell’ultimo minuto. Infine da segnalare che Carla Polverino non è più l’addetto stampa della Paganese.
Raffaele de Angelis

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->