Paganese ko nonostante l’uomo in più

Scritto da , 16 febbraio 2014

La Paganese esce sconfitta dalla sfida con il Lecce. 2-0 per i salentini ma il rammarico è grande perchè gli azzurrostellati non hanno sfruttato la superiorità numerica arrivata già al 5’ per l’espulsione del difensore salentino Vinetot. Il Lecce, con un gol per tempo di Lopez e di Ferreira Pinto dal dischetto ha avuto la meglio su una Paganese limitata ma anche incosciente per l’incredibile occasione gettata alle ortiche. La partita, come detto, inizia male per il Lecce: al quinto Doumbia perde palla a centrocampo ed innesca il contropiede della Paganese con Novothny che s’invola solo davanti a Perucchini, ma viene atterrato da Vinetot. Per Mainardi di Bergamo è fallo da ultimo uomo e rosso diretto per l’ex Crotone. Lerda sostituisce D’Ambrosio per Martinez e ridisegna la squadra con il modulo 4-2-3. Doumbia, Martinez, Abruzzese e Loper in difesa; De Rose e Papini a centrocampo; Barraco, Miccoli e Beretta in attacco. Nonostante l’uomo in meno, il Lecce attacca e cerca il gol del vantaggio. Al 23’ Beretta recupera palla nella metà campo ospite e serve al limite Miccoli che prova un destro secco respinto dal portiere Volturo. In campo c’è solo il Lecce, i giallorossi provano tiri ed azioni offensive che però non si concretizzano in rete. Al 35’ Palomeque commette fallo su Walter Lopez: secondo giallo e conseguente cartellino rosso per il numero sette ospite che viene spedito negli spogliatoi. La partita torna in perfetta parità numerica. Al 41’ il Lecce passa in vantaggio: dalla sinistra, Miccoli batte una punizione sul secondo palo per la sponda di Papini abile a servire Walter Lopez che appoggia in rete per l’1-0. Dopo tre minuti di recupero, il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi. Nella ripresa arrivano i primi cambi. Nel Lecce esce Barraco ed entra Sales, mentre nella Paganese Velardi prende il posto di Palma. La Paganese è viva e prova un paio di conclusioni che si spengono sul fondo al 14’ ed al 16’ con Velardi e Grillo. Tre minuti più tardi Miccoli batte una punizione che impensierisce l’estremo difensore ospite pronto a bloccare in due tempi. La Paganese cambia Novothny per De Sena, il Lecce Miccoli per Ferreira Pinto. Dopo vari botta e risposta tra le due squadre arriva l’azione che mette in ghiaccio l’incontro. al 40’ Doumbia serve in profondità Beretta che tutto solo entra in area di rigore e viene atterrato in area da Perrotta. L’arbitro estrae il rosso al difensore e fischia il calcio di rigore: alla battuta va Ferreira Pinto che spiazza Volturo per il 2-0.

Consiglia