Paganese, Grassadonia finalmente ritrova Deli

Scritto da , 7 ottobre 2015

PAGANI. Il pari con il Messina fa ormai già parte del passato. In casa Paganese quello che maggiormente conta in questo momento è pensare a preparare nella migliore maniera possibile la gara con la Lupa Castelli Romani. Match insidioso questo per tutta una serie di motivi anche se questa Paganese è capace come ampiamente dimostrato di potersela giocare alla pari contro tutti senza alcun tipo di timore reverenziale. Oggi intanto la squadra proseguirà nel suo programma di lavoro dopo una doppia seduta ieri mattina.
Tutti a disposizione di Grassadonia compresi Dozi e Deli che a meno di clamorosi imprevisti dell’ultimo istante dovrebbero figurare almeno nella lista dei convocati. Il match con i ciociari rappresenta in ogni caso il classico esame di maturità per questa squadra e non a caso Grassadonia pretende dai suoi uomini che venga messa in campo la stessa cattiveria agonistica mostrata in questo primo scorcio di campionato e contro avversari della stessa caratura tecnica come la Lupa Castelli Romani che è squadra esperta e coesa tra i vari reparti. Oltre che sulle giocate dei singoli(Caccavallo in testa) la Paganese dovrà far leva anche e soprattutto sul gruppo che come ammesso anche dal dg Preiti è il vero segreto della rinascita azzurro stellata. Nonostante in società mantengano un profilo basso all’interno del gruppo sta nascendo la consapevolezza di poter fare qualcosa di importante.
Il Giudice Sportivo ha infine comminato un’ammenda di cinquecento euro al club azzurro stellato “perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze”. La gara contro l’Akragas si giocherà intanto sabato 17 alle ore 17,30. A comunicarlo è stata direttamente la Lega Pro. Designato anche l’arbitro del match con la Lupa Castelli Romani: trattasi del signor Fabio Schirru di Nichelino. (r.d.a.)

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->