Paganese, è l’ora del riscatto

Scritto da , 11 gennaio 2015
image_pdfimage_print

PAGANI. Dopo il capitombolo interno con il Foggia, la Paganese torna in campo davanti al pubblico amico del “Torre” per battezzare il girone di ritorno contro una delle squadre più in forma del momento, il Matera di Auteri. Una gara crocevia nel bel mezzo del mercato per gli uomini di Sottil che non ci stanno a passare ad esercitare la parte della mera comparsa nella seconda parte di regular season ma archiviare quanto prima la pratica salvezza e togliersi qualche sfizio, laddove possibile. Privo dello squalificato Marruocco (sostituito da Casadei con il Berretti Novelli a fare da dodicesimo) e dell’infortunato Marooufi, il trainer azzurrostellato ha escluso dalla lista dei convocati Bussi e Paterni, entrambi destinati a lasciare Pagani, mentre sarà abile e arruolabile dalla prossima settimana il difensore centrale ex Modena e Salernitana Armando Perna (prima parte di stagione alla Correggese in D), ingaggiato nella giornata di ieri (sempre in attesa degli innesti di Longo e Malaccari). In ogni caso lo schieramento tattico non dovrebbe differire più di tanto da quello utilizzato il giorno dell’Epifania contro i satanelli, con il rientro nell’undici base di Calamai ed Armenise che avevano saltato per squalifica il primo turno del 2015 e, specie nel caso di quest’ultimo, agevolare la piena integrazione di un Bolzan non al meglio. Una buona notizia per Sottil che potrà contare su due duttili elementi, cercando di ridurre al minimo gli errori palesati con i rossoneri di De Zerbi. Al cospetto di un Matera con il morale a mille e galvanizzato da possibili colpi di mercato a sorpresa, la Paganese vuole isolarsi per una giornata intera dalle voci di mercato, focalizzandosi sulla conquista del risultato pieno. E’ quanto chiesto da Sottil ai suoi che non risparmierà Herrera e punta deciso sul rilancio di Girardi con Bernardo destinato a partire dalla panchina e a subentrare a gara in corso. Le voci ora lasciano spazio al campo, Vinci e compagni sono pronti a fare scacco matto ai lucani. La gara (trasmessa in diretta streaming su Sportube.tv) sarà diretta dal sig. Colosimo di Torino, coaudivato da Sangiorgio di Catania e Solazzi di Avellino. Alla vigilia del confronto con i lucani ha parlato mister Sottil, lasciando intendere che incidenti di percorso come quelli di martedì scorso non ricapiteranno: «Voglio la mia Paganese -ha tuonato il tecnico- quella che ho lasciato nel 2014. Spero che con il Foggia sia stato un incidente di percorso che non capiterà mai più da qui alla fine della stagione». Naturalmente Sottil non poteva esimersi dal commentare l’operato della sua società sul mercato: «Devo dire di essere davvero contento per quanto fatto dal presidente e dal direttore sportivo fino a questo momento in sede di campagna acquisti. L’innesto di Malaccari è molto importante visto che lo conosco avendolo già avuto a Gubbio – spiega Sottil – è un centrocampista che è molto duttile e capace di ricoprire più ruoli. Il giovane Longo è un elemento con grandi motivazioni, come servono a me. Per quanto riguarda l’arrivo di Perna -ha concluso Sottil- è un acquisto resosi necessario perchè necessitavamo di un centrale dopo la cessione di Bocchetti». Davide Maddaluno

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->