Paganese, crisi senza fine

Scritto da , 21 ottobre 2018
image_pdfimage_print

di Adelmo Maria Pagliuca

PAGANESE-CATANIA 2-4

PAGANESE (3-5-1-1): Galli; Gargiulo (dal 61′ Garofalo), Diop, Acampora (dal 46′ Carotenuto); Tazza, Sapone, Nacci, Gaeta (dal 61′ Gori), Della Corte (dal 91′ Longo); Scarpa; Parigi (dall’84’ Cappiello). A disposizione: Cappa, Santopadre, Buonocore, Della Morte, Amadio, Alberti, Verdicchio. All. Fusco.

CATANIA (3-5-2): Pisseri; Aya, Silvestri, Esposito; Ciancio, Biagianti, Lodi (dal 64′ Llama), Bucolo, Scaglia (dal 72′ Angiulli); Curiale, Marotta (dal 72′ Calapai). A disposizione: Pulidori, Lovric, Brodic, Baraye, Manneh, Fabiani, Mujkic, Rizzo. All. Sottil.

ARBITRO: Mercenaro di Genova. Assistenti: AbruzzesePappagallo.

MARCATORI: 1′ e 14′ Marotta (C), 4′ e 82′ rig. Curiale (C), 38′ Parigi (P), 53′ Scarpa (P). NOTE: Ammoniti: Tazza (P), Esposito (C), Bucolo (C), Garofalo (P), Llama (C). Recuperi: 1′ pt, 4′ st. PAGANI

Altra sconfitta per la Paganese, battuta per 2-4 dal Catania. Avvio tremendo per gli azzurrostellati, che dopo meno di un quarto d’ora si ritrovano sotto di tre reti in virtù della doppietta di Marotta e il gol di Curiale. La squadra di Fusco reagisce e riapre la partita con le reti di Parigi e Scarpa, poi con Scarpa, Nacci e Parigi sfiora addirittura il pari. Nel finale, però, Curiale chiude i conti. Fusco conferma il 3-5-1-1 con due cambi rispetto alla partita di Monopoli: in avanti Parigi preferito ad Alberti, mentre in difesa il classe 2000 Gargiulo fa il suo esordio dal 1′, sostituendo l’infortunato Piana. 3-5-2, invece, per l’ex di turno Sottil: Curiale affianca Marotta. Bastano 11 secondi al Catania per portarsi in vantaggio:sponda di Curiale per Marotta, che anticipa Della Corte e con un diagonale preciso batte Galli. Al 4′ arriva il raddoppio: lancio lungo di Lodi per Curiale, che anticipa Galli, Gargiulo e Diop e segna il gol dello 0-2. Gli azzurrostellati provano a reagire all’8′ con un tiro di Parigi bloccato da Pisseri. Al 14′ arriva il tris: Sapone perde palla, Scaglia serve Marotta, che sorprende Galli sul suo palo. Al 18′ Pisseri respinge in corner una conclusione di Parigi. Il Catania controlla, la Paganese cerca di farsi vedere con qualche timido affondo offensivo. Al 38′, sugli sviluppi di un corner, Parigi trova il gol della bandiera: 1-3. Nel recupero del primo tempo Scarpa non inquadra la porta su punizione. La prima frazione di gioco si conclude dunque sul risultato di 1-3: gli etnei sfruttano gli errori della difesa azzurrostellata, non basta la buona prova di Parigi. La ripresa inizia con l’ingresso in campo di Carotenuto in luogo di Acampora. Al 53′ la Paganese riapre la partita: Scarpa su punizione firma la rete del 2-3. Al 69′ gli azzurrostellati hanno la chance per il clamoroso pareggio: Pisseri salva in corner su una conclusione da distanza ravvicinata di Scarpa. Sull’angolo seguente gran tiro al volo di Nacci: la sfera termina di un soffio a lato. Al 75′ altra grande chance per la Paganese: Pisseri di piede chiude lo specchio a Parigi. All’81’ rigore per il Catania: Diop travolge Curiale. Dal dischetto l’attaccante ex Lecce spiazza Galli: 2-4. La rete di Curiale chiude di fatto il match. Gara dalle due facce per la Paganese: avvio pessimo, poi grande reazione sullo 0-3, anche grazie alla flessione del Catania.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->