Paganese, c’è l’ostacolo Frosinone

Scritto da , 6 ottobre 2013

PAGANI. Trasferta tosta quella alla quale è attesa quest’oggi la Paganese di Agenore Maurizi che dovrà vedersela contro l’ostico Frosinone. Fino ad ora la Paganese, per vari motivi, non è riuscita a combinare granchè in campionato e vuoi per un motivo, vuoi per un altro la squadra non è riuscita ad esprimere appieno tutto il suo potenziale. Per la truppa azzurro stellata è arrivato il momento di svoltare, dunque e un ulteriore passo falso provocherebbe scoramento all’interno del gruppo e anche della tifoseria che sicuramente non può essere soddisfatta per quest’avvio di stagione, anzi. In un momento nel quale anche la fortuna sembra aver voltato le spalle al team azzurro stellato a fare un po’ il punto della situazione è stato mister Agenore Maurizi:”Quella di oggi sara’ una gara difficile come tutte le altre ma la Paganese non farà’ mai mancare il suo impegno in mezzo al campo. Abbiamo lavorato bene in settimana e il rientro dal 1’ di Lanteri mi da ulteriori certezze per la fase offensiva. Non andiamo a Frosinone a testa bassa, tutt’altro. Siamo sereni e concentrati sulla gara e su quello che abbiamo provato in settimana. Cosa mi fa più paura del Frosinone? Senza ombra di dubbio l’attacco. Dovremo stare particolarmente attenti a non permette agli avversari di sviluppare al meglio la loro fase offensiva perché altrimenti saranno dolori”. Ieri, intanto, la squadra ha sostenuto la consueta seduta di rifinitura sotto l’occhio vigile di Maurizi. Il tecnico ha provato con insistenza il 4-3-3 con Volturo in porta, linea difensiva formata da Pepe, Panariello, Perrotta e Amelio. In cabina di regia come di consueto agirà Velardi con Martinovic e Franco ai lati a mordere le caviglie agli avversari. Nel reparto avanzato, invece, Maurizi si affiderà ancora una volta al tridente formato da William, Novothny e Lanterì con quest’ultimo di rientro dal 1’. Un undici che sembra essere assolutamente in grado di mettere quanto meno in difficoltà il team ciociaro anche se logicamente occorreranno testa e gambe per cercare di portarsi a casa un risultato positivo che aumenterebbe in questo caso in maniera esponenziale l’autostima del gruppo. Una domenica da battaglia quella alla quale è attesa la Paganese insomma e per di più al cospetto di un Frosinone che storicamente è sempre riuscito a metterà in difficoltà il team azzurro stellato. Occorrerà pertanto una prova di grandissimo carattere e personalità da parte degli uomini di Maurizi. A dirigere la gara Frosinone-Paganese è stato designato il signor Maurizio Piccinini della sezione di Forli’ coadiuvato dagli assistenti Tarcisio Villa della sezione di Rimini e Walter Coli della sezione di Bologna.

Raffaele de Angelis

FROSINONE (4-3-3): Zappino; Frabotta, Biasi, Russo, M.Ciofani; Altobelli, Soddimo, Frara; Aurelio, D.Ciofani, Curiale. A disposizione: Mangiapelo, Blanchard, Formato, Gessa, Gori, Gucher, Cesaretti. All. Stellone

PAGANESE (4-3-3): Volturo; Pepe, Panariello, Perrotta, Amelio; Martinovic, Velardi, Franco; William, Novothny, Lanterì A disposizione: Svedkauskas, Meola, Toppan, Grillo, Schiavon, Iraci De Sena All: Maurizi

Consiglia