Padova, Venezia e Frosinone corteggiano Mariotto

Scritto da , 15 maggio 2013

Massimo Mariotto resta in attesa di chiarire la sua posizione. Il ds, subito dopo la supercoppa, incontrerà il patron Lotito per fare il classico punto della situazione. Al momento la conferma del’operatore di mercato non sembra così scontata, nonostante la vittoria del campionato. Ci sono alcuni punti da chiarire: dall’aspetto economico a quello operativo. Nell’ultima sessione di mercato il raggio d’azione dell’esperto ds è apparso piuttosto limitato, nonché subordinato alla volontà non solo di Lotito ma anche di Tare. Non è un mistero che ad inizio stagione Mariotto come tecnico aveva fatto il nome di Aglietti, non certo quello di Galderisi. E poi anche in sede di calciomercato tante trattative portate avanti dal ds non sono state poi prima congelate e poi fatte saltare dalla proprietà. Auno come Mariotto, a cui basta una stretta di mano per ratificare un’intesa, alcune situazioni non sono certamente andate giù. Dal punto di vista economico poi Lotito preferirebbe rivedere, naturalmente, verso il basso l’ingaggio percepito quest’anno da Mariotto. Ma questo sembra essere sicuramente in problema secondario. Mariotto, le cui dimissioni presentate dopo l’esonero di Galderisi erano state prontamente respinte dalla proprietà, intanto sta lavorando sul mercato alacremente, intessendo già i primi contatti e avviando i primi sondaggi. Sondaggi che hanno avviato anche Padova, Venezia e Frosinone pronte a offrire a Mariotto un ruolo da direttore sportivo per la prossima stagione.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->