Operaio insospettabile con crac e coca, arrestato Ferdinando Pepe

Scritto da , 15 Maggio 2021
image_pdfimage_print

Nuovo colpo al mercato della droga da parte dei carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore e in particolare dei militari della tenenza paganese guidati da Simone Cannatelli. Arrestato con oltre cento grammi tra cocaina e crack l’operaio insospettabile di 45 anni Ferdinando Pepe. La droga era custodita negli slip, come scoperto quando è stato fermato dai militari dell’Arma in seguito a una manovra repentina con l’auto su cui Pepe viaggiava e con cui voleva allontanarsi dal posto di blocco. E’ finito in manette in flagranza di reato in possesso di droga destinata allo spaccio dopo il controllo decisivo dei militari dell’Arma impegnati nel monitoraggio sul territorio. L’episodio arriva pochi giorni dopo l’arresto del boschese Giovanni Grassi, coperto con un chilo di cocaina in via Taurana a Pagani nei pressi di un parcheggio, attualmente ai domiciliari in attesa dello svolgimento della convalida del fermo a data da destinarsi a causa della sua positività al covid. Se Pepe è un operaio, il 65enne Grassi era stato colto in flagranza di reato in via Taurana quando, vestito da operaio e con una valigetta porta attrezzi stretta nella mano destra ma contenente un chilo di cocaina si aggirava nei pressi di un parcheggio in cerca o in attesa di qualcuno. In entrambi carabinieri hanno fiutato il sospetto dello spaccio e sono andati a colpo sicuro. Nel caso proprio di Pepe, volto non noto alle forze dell’ordine, si tratta di un “corriere” che secondo gli inquirente avrebbe agito tramite qualcun altro anche se saranno le indagini a stabilirlo. Sarà il processo per direttissima, che dovrebbe svolgersi tra oggi e lunedì a Nocera Inferiore a fare emergere eventuali ed ulteriori particolari sulla droga trovata in possesso dell’operaio.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->