Oltre quattrocento amministratori pro Alfieri Vassallo: «Faremo battaglia nazionale anti Pd»

Scritto da , 22 gennaio 2018
image_pdfimage_print

Sono quattrocentotrenta gli amministratori locali e i dirigenti di partito che hanno sottoscritto il documento pro Alfieri che oggi sarà all’attenzione del Nazareno. Quattrocento esponenti del Partito democratico (e non) che vogliono l’ex sindaco di Agropoli deputato o senatore della Repubblica. Insomma, che lo voglio a Roma senza e senza ma. «Ringrazio gli oltre 430 amici tra sindaci, amministratori locali e segretari di circolo del Partito Democratico – scrive Alfieri – che hanno sottoscritto il documento per sostenere la mia candidatura alla Camera dei Deputati nel collegio Agropoli, Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Nei prossimi giorni la Direzione nazionale sceglierà i nomi dei candidati. Attendo con serenità e fiducia questa decisione, forte del sostegno ed affetto che mi avete dimostrato anche in questa occasione. Lo sapete bene, io amo le sfide. Se me ne sarà data la possibilità, sono pronto ad affrontare anche questa, sempre forte del vostro appoggio ed entusiasmo». Tra i supporters del capo segreteria di Vincenzo De Luca ci sono il vicepresidente della Provincia di Salerno Luca Cerretani, il sindaco di Padula – e consigliere provinciale – Paolo Imperato e i primi cittadini di Sanza, Atena, San Rufo e Casal- buono. Tra i firmatari anche Tommaso Pellegrino, sindaco di Sassano che da giorni pare che abbia condotto una battaglia contro l’ex primo cittadino di Agropoli. In soccorso di Alfieri è arrivato anche il deputato uscente Michele Ragosta, ex Pd – oggi Area Progressista alleata con “+Europa” di Emma Bonino: «Vorrei esprimere la mia personale solidarietà a Franco Alfieri, per i continui attacchi meschini e senza nessun fondamento! È deprimente assistere al degrado della battaglia politica. Mi auguro che Franco sia candidato e possa essere eletto in Parlamento e, come sempre ha fatto, rappresentare al meglio gli interessi del nostro territorio». Ma tra “fritture” e veti incrociati il Cilento si spacca anche sul caso Vassallo. A Pollica, dove l’erede del sindaco pescatore, Stefano Pisani è renziano doc, la famiglia Vassallo – anche all’indomani della possibile archiviazione dell’inchiesta sull’uccisione del primo cittadino – non risparmia accuse al Pd. «Appena ufficializzeranno la candidatura di Alfieri – scrive Dario Vassallo – noi cominceremo la nostra campagna elettorale contro il Partito democratico a livello nazionale».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->