Oliveto, muore dopo l’intervento, chirurgo a processo

Scritto da , 16 Dicembre 2016
image_pdfimage_print

di Pina Ferro

 

OLIVETO CITRA. Mori dopo un intervento presso l’ospedale di Oliveto Citra il Gup Sergio De Luca ha rinviato a giudizio il dottor Attilio Maurano medico in servizio presso il nosocomio di Oliveto Citra.

Caterina Vetusto, la 52enne di Calabritto morì nel giugno del 2011 dopo un intervento alla colecisti eseguito nell’ospedale di Oliveto Citra.

Era l’aprile del 2011 quando Caterina Vetusto fu ricoverata per la prima volta a Oliveto Citra e sottoposta all’intervento chirurgico per l’asportazione dei calcoli. Sembrava un’operazione di routine, ma dopo la dimissione la donna iniziò ad avere dolori sempre più forti e frequenti. Tornò in ospedale e stavolta i medici le diagnosticarono una pancreatite acuta e le prescrissero una terapia. Non bastò. Tornata a casa la 52enne continuò a stare male, fino a tornare in ospedale, per una terza e ultima volta, agli inizi del giugno 2011. Ormai era troppo tardi, Caterina Vetusto spirò dopo poco e gli esami istologici verificarono che causa del decesso era stata la grave infiammazione al pancreas. I familiari presentarono denuncia e sotto inchiesta finirono ventisei sanitari del “San Francesco d’Assisi”. Nel corso dell’inchiesta la cerchia degli indagati si è ristretta. Nei mesi scorsi furono già rinviati a giudizio altri 5 sanitari. L’ipotesi è che nella fase post operatoria non siano stati fatti tutti i controlli necessari per evirare complicanze e che qualcosa sia stato sbagliato anche nell’intervento chirugico. Di certo c’è che la signora, entrata in sala operatoria convinta di sottoporsi a un intervento tutto sommato banale, è spirata un mese e mezzo dopo afflitta da dolori lancinanti. La famiglia presentò subito denuncia e all’udienza preliminare

si è costituita parte civile tramite gli avvocati Gianluca Iaione, Sandra Cardellicchio e Giovanna Sica.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->