Oggi suona la campanella, ma non per tutti. Dipendente scolastico positivo al Covid al Nautico, lezioni a distanza a tempo indeterminato

Scritto da , 30 Settembre 2020
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Finalmente oggi dopo quasi sette mesi (contando anche luglio e agosto) lontani dai banchi di scuola, domani gli studenti di Salerno, di ogni ordine e grado torneranno in classe. O meglio quasi tutti torneranno in classe, perchè ieri in tarda serata il sindaco di Salerno ha emesso una nuova ordinanza che prevede la chiusura per due giorni della scuola media Posidonia, appartenente all’Istituto Comprensivo Barra. Non torneranno in classe neanche gli alunni del Liceo Regina Margherita, per loro solo didattica a distanza. Didattica a distanza anche per gli studenti del Nautico, che nel pomeriggio di ieri sono stati avvisati dalla preside Daniela Novi che dovranno far ritorno a scuola fino a nuovo ordine. La decisione è stata presa dalla dirigente, dopo che un dipendente scolastico è risultato positivo al Covid. Quindi a tempo indeterminato al Nautico non si torna in classe. Effettueranno didattica a distanza anche una parte degli alunni del Liceo Da Vinci e del Genovesi e di altre scuole cittadine che ad oggi non hanno ancora i banchi monoposto ne hanno trovato gli spazi necessari per ospitare tutti i ragazzi. Il ritorno in classe di domani sarà comunque scaglionato. Istituti infatti, come l’Artistico, lo scientifico Severi e la Matteo Mari, solo per citarne alcuni hanno stabilito di far entrare ogni giorno un gruppo di classi così da evitare confusione il primo giorno. La decisione di riaprire le scuole oggi è stata presa ieri mattina a Palazzo di Città, dove il COC – Centro Operativo Comunale, convocato dal sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, alla presenza degli assessori Eva Avossa (Pubblica Istruzione), Angelo Caramanno (Ambiente e Sport) e Mimmo De Maio (Urbanistica e Mobilità), dei dirigenti di settore, della Protezione civile comunale e del comandante della Polizia municipale Antonio Vecchione, ha fatto un punto della situazione metereologica. Al termine dell’incontro è stata disposta, pl’apertura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione dell’istituto XX Settembre che sarà inagibile per alcuni giorni a causa di infiltrazioni. Nel corso dell’incontro è stata annunciata anche la richiesta dello stato di emergenza che verrà disposto dopo aver quantificato, nel dettaglio, tutti i danni – alla pubblica illuminazione, al patrimonio arboreo, alle strade etc – verificatisi in questi ultimi giorni a causa del forte maltempo. Per quanto concerne la scuola secondaria di I grado Posidonia. Proprio lì, infatti, a causa del maltempo, è stato registrato il danneggiamento delle guaine impermeabilizzanti poste sulla copertura del lato est del plesso, con cospicue infiltrazioni di acqua piovana in molte aule. La stessa dirigente, ha espresso la necessità di effettuare nuove verifiche e di far eseguire lavori urgenti per la messa in sicurezza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->