Occhio sulla Poesia e sul Teatro contemporaneo

Scritto da , 28 luglio 2017

Stasera, alle ore 21, reading di poesia a cura di Francesco Iannone nell’area archeologica di Fratte, domani, Corpo ‘900 e I trombonisti Italiani, ospiti della XX edizione dei Concerti d’Estate di Villa Guariglia in tour firmati da Antonia Willburger

 

Serata nel segno della poesia, stasera, per l’ XI appuntamento dei “Concerti d’Estate di Villa Guariglia in Tour”, firmati da Antonia Willburger. I riflettori dell’Area Archeologica di Fratte si accenderanno, a partire dalle ore 21, su Isola, un reading poetico curato da Francesco Iannone, in collaborazione con l’Associazione Marco Amendolara. Un aperitivo in musica sarà servito nel corso del reading che vivrà della declamazione di versi di poeti del nostro Sud, da Domenico Cipriano a Mario Fresa, da Antonietta Gnerre ad Alfonso Guida, sino ad Eleonora Rimolo e Gino Scartaghiande, sulle tracce di un ulissiaco itinerario, ma senza alcun sicuro approdo e man mano riconoscere i tratti inconfondibili di versi e di un’ “Isola” di cui Marco Amendolara faceva parte, rivelatasi nel tempo, sempre più contemporanea. La poesia sembra perpetuamente in crisi, eppure, senza meravigliare nessuno, riesce sempre a sopravvivere. La poesia ci offre una prospettiva sui nostri sentimenti o, su come noi stessi ce li rappresentiamo, esteriorizzando la nostra interiorità. Ciò che ci attira leggendo una poesia è il suono, il “dire” del suo autore, la sua voce, il suo sentire, un linguaggio che sposa quello della musica, cui è dedicato il cartellone che ospita questo reading. L’isola dei poeti creata da Francesco Iannone diverrà luogo a cui tendere ed in cui realizzare felicità e pienezza spirituale, un mondo completo, che si contrappongono al mare dell’ irrazionalità e del caos, della materia indifferenziata ed ostile, dell’ignoranza, della paura, in una serata dedicata a Marco Amendolara. Pensare la molteplicità comporta necessariamente l’abbandono di ogni dualismo, di ogni ragionamento dialettico e critico. Il pensiero polemico veicola, nelle sue strategie, un’istanza di morte. Liberarsi quindi, innanzitutto, dell’ossessione di un ordine del mondo, della ridondanza, della ripetizione, dell’illusione di un nuovo ordine complesso. Cercare guide infallibili al vivere e al pensare: l’ inquietitudine, il rumore, l’indistinto, segni irrefutabili del nuovo, questo ricercheremo nei versi propostici stasera. Domani, invece, alle ore 19.00 Dialogo a più voci sul teatro. “Un’idea di teatro. La scena tra editoria e territorio” è il titolo del dialogo a più voci promosso da Corpo 900 con Alfonso Amendola, Pasquale De Cristofaro, Vincenzo Del Gaudio e Franco Tozza e a seguire, alle ore 21, un grande ritorno, quello dei Trombonisti Italiani. Lito Fontana, Rocco Degola, Andrea Maccagnan e Roberto Pecorelli, amici di Peter Willburger, ospiti della prima rassegna dei Concerti d’Estate, ovvero dei matinèe di vent’anni fa, i quali suonano insieme da sempre e condurranno il pubblico in un tour di melodie celeberrime dal galop del Guglielmo Tell di Rossini alla misteriosa Round about midnight di Thelonious Monk. (o.c.)

 

Consiglia