Obiettivo 33 punti al giro di boa

Scritto da , 20 Novembre 2012
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. Trentantre punti per affacciarsi all’anno nuovo ed al girone di ritorno con una dote sufficiente per puntare ad una delle prime due posizioni. Quelle che a maggio varranno la promozione diretta in Prima Divisione, per intenderci. La Salernitana ha fissato l’obiettivo per il prossimo mese, che porterà alla sosta di campionato ed alla fine del girone di ritorno. I granata vogliono arrivare al giro di boa a quota 33 punti, una quota in perfetta media inglese che sarebbe l’ideale per impattare il ritorno con la necessaria fiducia. Per farlo, nelle prossime cinque partite, tre delle quali all’Arechi, la Salernitana, ora a quota 22 punti, dovrà conquistare undici punti. Il ruolino di marcia dovrà quindi prevedere almeno tre vittorie e due pareggi. Naturalmente l’optimum sarebbe fare l’en plein e chiudere così a 37 punti. L’impresa però non si preannuncia facile, se si considera che nelle prossime cinque giornate la squadra di Perrone dovrà affrontare quattro compagini attestate in piena zona play off. Si comincerà però con l’impegno sulla carta più soft, contro il Fondi relegato in terz’ultima posizione in classifica. Una squadra comunque da non prendere sotto gamba, dal momento che ha conquistato 7 punti nelle ultime 5 gare. Poi la tabella di marcia prevederà la trasferta, anticipata a sabato 1 dicembre, di Poggibonsi dall’elevato coefficiente di difficoltà. Sempre molto difficile la gara successiva, in casa contro il Martina, così come la successiva trasferta, sempre in terra toscana, contro l’ostico Gavorrano. Gare molto difficili da cui la Salernitana dovrà provare a trarre il massimo. Il girone di andata si chiuderà con la sfida interna contro il Teramo. partita che darà il via alla prima sosta di questo campionato ma anche alla sessione invernale del mercato. Una campagna acquisti-cessioni che si preannuncia comunque di fondamentale importanza per la Salernitana, che probabilmente rimpiazzerà qualche calciatore scontento per lo scarso utilizzo con almeno un elemento importante. In questo momento appaiono abbastanza segnati i destini di Zampa, Adeleke e Emmanuel. Tutti e tre di proprietà della Lazio, hanno deluso le premesse della vigilia e con ogni probabilità rientreranno a Formello per essere piazzati dalla società biancoceleste nuovamente in prestito a qualche altra squadra in grado di concedere loro lo spazio che chiedono. Al loro posto potrebbe giungere altri calciatori della Lazio che in questo momento si allenano, da fuori rosa, in quel di Formello. Si tratta del centrocampista Cinelli, del trequartista Barreto e dell’attaccante Mendicino. Tutti elementi già accostati in estate alla Salernitana e che non avevano accettato la destinazione, mandando Lotito su tutte le furie. Ora, dopo 6 mesi di naftalina, la loro resistenza potrebbe essersi affievolita tanto da accettare la Salernitana. Possibile anche un ritorno di fiamma per l’altro gioiellino della Primavera laziale, vale a dire l’attaccante Ceccarelli, che a Lanciano non sta trovando spazio.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->