Nuovo sottopasso ferroviario, da oggi più accessibilità per i turisti

di Monica De Santis

Da oggi lo scalo ferroviario di Sapri sarà più accessibile ai visitatori, grazie al completamento dei lavori del nuovo sottopasso realizzati dalla Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) Un intervento costato circa un milone di euro e che ha visto la predisposizione del vano ascensore a servizio del primo marciapiede, l’adeguamento del primo marciapiede ad altezza 55 cm, la realizzazione di una nuova illuminazione a led, la riqualificazione delle balaustre e delle rampe di raccordo tra i marciapiedi e una nuova segnaletica di stazione.L’investimento complessivo per il recupero della stazione di Sapri sarà di circa 5 milioni di euro e rientra nel piano di interventi che RFI sta eseguendo nelle stazioni del Sud Italia per la loro riqualificazione e per l’abbattimento delle barriere architettoniche, così da renderle più funzionali e accessibili anche alle persone a ridotta mobilità. Infatti, ora completata la prima fase di lavori è già partita la seconda parte che prevede la sostituzione della pavimentazione del secondo marciapiede, una nuova illuminazione a LED del secondo e terzo marciapiede, innalzamento e adeguamento del terzo marciapiede, predisposizione dei vani ascensori a servizio del secondo e terzo marciapiede a completamento della piena accessibilità di tutta la stazione, oltre al restyling dell’intero fabbricato viaggiatori con il recupero delle pensiline storiche e la riorganizzazione dell’intero spazio antistante la stazione.