Nocerina, un futuro dalle tinte fosche

Scritto da , 27 febbraio 2015

di Filippo Attianese

NOCERA INFERIORE. Un futuro dalle tinte fosche. Mancano sei partite al termine della stagione regolare per la Nocerina e, almeno dal punto di vista agonistico, tutto sembra già scritto. L’annata, a meno di un crollo rossonero e di clamorose rimonte altrui, si chiuderà con la conquista della salvezza. Mantenere la categoria, però, non servirà a rendere meno opaco l’avvenire rossonero: sul campo non dovrebbero esserci sorprese, la società molossa dovrebbe centrare l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, ma dal punto di vista societario la situazione resta ingarbugliata. Dopo il passaggio di proprietà non sono arrivati segnali positivi ed, allo stato attuale, i fondi per continuare l’attività sportiva restano pochi. Il ridimensionamento invernale della rosa, con la partenza di tanti big, è stato solo un primo campanello d’allarme. Nella prossima estate potrebbero esserci difficoltà ancora maggiori sia all’atto d’iscrizione al campionato che nell’allestimento di una squadra competitiva per affrontare il torneo di Eccellenza; difficoltà amplificate dalla lontananza del pubblico che sembra ormai aver abbandonato la squadra. È anche per questo motivo che, almeno per ora, nessun imprenditore locale ha dato una mano a Silvio Cuofano ed ai suoi pochi collaboratori, lasciando il club di via Alveo Santa Croce in una sorta di limbo. Insomma, a poche settimane dalla fine di uno dei campionati più tristi della storia della Nocerina la situazione resta molto delicata e non sembra profilarsi alcuna luce alla fine del tunnel in cui i rossoneri si sono infilati ormai da oltre un anno. Nonostante si prospetti un futuro difficile, però, i ragazzi di mister Criscuolo vogliono tener fede agli impegni presi ad inizio stagione: a Benevento si proverà ad aggiungere un altro mattone all’edificio salvezza, con la speranza che poi, al termine del campionato, qualcosa cominci a muoversi nella direzione giusta.

Consiglia