Nocerina, tre gol all’Eclanese per respirare

Scritto da , 21 dicembre 2014
image_pdfimage_print

Nocerina – Eclanese 3-0

Nocerina (4-3-3): D’Antuono; L. Ferrara (32′ pt V. Ferraioli), Trezza, Magliocca, Iommazzo; Adiletta, Della Femina, Galdi; D’Ambrosio (41′ st M. Ferrara), Santoriello (31′ st Guzzi), Limatola. A disp.: Milite, Arena, Senatore, Di Riso. All.: Criscuolo.

Eclanese (4-4-2): Truocchio; Bellofatto, Villacaro, Flammia, Memmolo; Buonfiglio (16′ st Uva), Rupa (6′ st Vecchione), Squitieri, Crocetta (34′ st Penta); Ruggiero, Brogna. A disp.: Carbone, Salierno, Lecce, Cotugno. All.: Iannuzzi.

Arbitro: Cagno di Napoli.

Marcatori: 12′ pt D’Ambrosio (N), 24′ st Ferraioli (N), 35′ st Della Femina (N).

Note: Spettatori 50 Circa. Ammoniti: Santoriello, Della Femina (N). Angoli: 8-6 per la Nocerina. Rec.: 3′ pt; 3′ st.

 

È un San Francesco semivuoto quello che ospita la sfida fra Nocerina ed Eclanese; solo una cinquantina gli spettatori sugli spalti per l’ultima gara dell’anno dei molossi prima della sosta natalizia. Criscuolo cambia modulo rispetto alle ultime uscite; 4-3-3 per i rossoneri con Santoriello punta centrale supportato da Limatola e D’Ambrosio. Risponde con il 4-4-2 l’undici irpino: in avanti c’è Ruggiero accanto alla prima punta Brogna. Ritmi lenti in avvio di gara con ospiti che provano a fare la partita e Nocerina che cerca la ripartenza in contropiede. Al primo affondo sono i molossi a passare: Limatola recupera palla, Galdi lancia nello spazio D’Ambrosio che con un tocco morbido supera Truocchio in uscita. Nonostante il vantaggio rossonero la partita resta bloccata; Criscuolo perde per infortunio Lorenzo Ferrara: al suo posto in campo Ferraioli. Nel finale di prima frazione si vedono gli ospiti: punizione interessante di Ruggiero, palla che si perde di poco alta sulla traversa. Nel finale altro brivido su azione d’angolo: D’Antuono esce male e Crocetta per poco non inquadra la porta. È ancora l’Eclanese a provarci in avvio di ripresa: il solito Ruggiero, ancora da fermo, manca di poco il bersaglio grosso. Gli ospiti si spengono, viene fuori la Nocerina: angolo di Della Femina, testa di Santoriello, respinta corta del portiere e Ferraioli, ben appostato, mette dentro il raddoppio. Nel finale si aprono praterie in contropiede per i molossi: alla mezz’ora Iommazzo va via nello spazio ma trova l’opposizione di Truocchio in uscita disperata; passano cinque minuti e Della Femina chiude il match: assolo travolgente e diagonale a freddare l’estremo difensore ospite. Si chiude con qualche timido applauso dei pochi spettatori presenti. La Nocerina torna al successo, allunga sulla zona calda della classifica e, dopo tante polemiche, si regala un Natale più sereno.

Filippo Attianese

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->