Nocerina travolta a Massa Lubrense

Scritto da , 18 gennaio 2015
image_pdfimage_print

Massalubrense – Nocerina 3-1

Massalubrense: Fiorentino, La Monica, Izzo, Amita (1′ st A. Cuomo), D’Esposito, Mar. Ferrara, Breglia, Vinaccia, C. Esposito, Cacace (41′ st Vollono), Girace (1′ st A. Castellano). A disp.: Stinga, P. Esposito, R. Castellano, Staiano. All.: Gargiulo.

Nocerina: D’Antuono, L. Ferrara (31′ pt Limatola), Iommazzo, Senatore (30′ st Guzzi), Trezza, Di Riso, Adiletta, Galdi, Santoriello (16′ st D. Cuomo), Mas. Ferrara, G. Esposito. A disp.: De Sio, Grassadonia, Bove, D’Ambrosio. All.: Criscuolo.

Arbitro: Caputo di Benevento.

Marcatori: 32′ pt Santoriello (N), 13′ st Cacace (M), 19′ st e 39′ st Cacace (M, rig.)

Note: Partita a porte chiuse. Espulso al 39′ st Di Riso (N). Ammoniti: Limatola, Trezza, L. Ferrara, Galdi (N), A. Cuomo (M). Rec.: 1′ pt.

Sconfitta pesante per la Nocerina al Cerulli di Massa Lubrense. La tripletta di Cacace affonda i molossi, molli e poco reattivi, soprattutto nella ripresa. Assenze pesanti su entrambi  i fronti. Out tra i padroni di casa gli squalificati Montaperto e Aiello e l’infortunato Apreda; recupera Marcello Ferrara. Molossi privi di Della Femina, squalificato, ed Arena, fuori rosa. Partono meglio i nerazzurri che provano a far la partita in avvio: i tentativi di Ciro Esposito e Girace, però, non creano grossi problemi a D’Antuono. Dopo mezz’ora mister Criscuolo è costretto al primo cambio; fuori Lorenzo Ferrara, dentro Limatola. Un minuto dopo i molossi passano: verticalizzazione di Galdi, uscita rivedibile di Fiorentino e pallonetto morbido di Santoriello che si insacca alle spalle dell’estremo difensore partenopeo. La risposta dei padroni di casa arriva solo nel finale di tempo: Esposito fa da sponda per Vinaccia che prova la botta ma D’Antuono è attento e blocca in due tempi. In avvio di ripresa mister Gargiulo manda dentro Cuomo e Castellano. Bastano tredici minuti per centrare il pari: calcio piazzato tagliato, mischia in area e botta improvvisa di Cacace che fredda D’Antuono. Passano sei minuti e l’inerzia del match cambia completamente; su azione d’angolo Galdi trattiene La Monica e per il signor Caputo è rigore. Dal dischetto si presenta Cacace che sigla la sua doppietta. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa sfiorano anche il tris: la punizione di Marcello Ferrara è perfetta ma D’Antuono riesce con un colpo di reni a deviarla sul palo. Il 3-1 arriva poco dopo, ancora dal dischetto; Di Riso atterra Vinaccia, lanciato a rete dalla sponda di Breglia. Per l’arbitro c’è rigore e rosso. Dal dischetto Cacace chiude la partita.

Filippo Attianese

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->