Nocerina, spazio ai giovani

Scritto da , 5 giugno 2013

Un nuovo progetto, con minori aspettative e con un respiro più ampio; uno sguardo al futuro ma anche un occhio al bilancio. Sembra questa la strada che la società rossonera sarebbe intenzionata ad intraprendere per la prossima stagione dopo i pesanti investimenti di quest’anno e la mancata promozione in cadetteria. Si continuerà con il presidente Giovanni Citarella al timone, questo sembra ormai fuori da ogni dubbio; nella conferenza stampa che sarà indetta per parlare del futuro del club, però, il presidente rossonero oltre a confermare nuovamente il suo impegno per i colori rossoneri potrebbe anche presentare un progetto diverso da quello mostrato negli ultimi anni, con costi ribassati. La prossima stagione, che coinciderà anche con la riforma della Lega Pro e con un campionato senza retrocessioni, potrebbe essere un’annata di transizione per i molossi, un’annata nella quale evitare spese folli e provare a cominciare a seminare per quello che sarà il futuro; qualcuno parla già di ridimensionamento degli obiettivi ma piuttosto si tratterà di trovare il giusto equilibrio fra le spese ingenti derivanti dal mantenimento della squadra ed i contributi che arriveranno dalla Lega per l’utilizzo dei giovani che dovrebbero, però, esser subordinati in quest’annata anche alla posizione raggiunta in classifica. Ma ci sarà anche da valutare la situazione dei calciatori ancora sotto contratto; c’è ad esempio il capitano Alessandro Bruno, appetito da molte formazioni di Serie B ma molto legato alla piazza, e c’è Fabio Mazzeo, già inseguito da mezza serie C dopo le ottime prestazioni di questa stagione. Anche De Liguori ha un altro anno di contratto, così come Garufo, Corapi e De Franco, che rientrerà dal prestito. Quasi certo, invece, l’addio del bomber Evacuo: al momento sul calciatore ci sarebbe l’inserimento dell’Ischia, neopromossa in Seconda Divisione, intenzionata a fare ponti d’oro (200mila euro a stagione più bonus per reti e posizione di classifica l’offerta degli isolani) per strappare l’attaccante ad altre formazioni di Prima come la Salernitana che lo hanno già adocchiato da tempo. E verso l’addio, nonostante un altro anno di contratto, dovrebbero avviarsi anche Giuliatto e Rizza; da valutare, poi, la situazione di Negro e Terracciano, entrambi in comproprietà col Catania. A chi toccherà farlo? Anche l’addio di Pitino appare certo ed in rossonero arriverà un nuovo direttore sportivo; Luigi Pavarese era stata un’ipotesi circolata nelle prime ore, anche per la sua presenza a Latina, ma si potrebbe puntare anche sull’ex molosso Gigi Molino che ha già alle spalle un’esperienza da direttore sportivo a Campobasso.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->