Nocerina, Pavarese punta Libertazzi

Scritto da , 17 agosto 2013
image_pdfimage_print

di Filippo Attianese
Uno sforzo in più per rendere la Nocerina competitiva per il prossimo campionato di Prima Divisione. La società proverà a compierlo in queste ultime due settimane di Agosto, mantenendo sempre un occhio al budget, senza fare follie. C’è la consapevolezza nella dirigenza rossonera della necessità di implementare l’organico, di mettere a disposizione dell’esordiente tecnico calabrese qualche pedina in più, magari qualche uomo d’esperienza, in grado di garantire maggiore solidità alla squadra e, soprattutto, maggior concretezza all’impianto di gioco. Il problema che è emerso maggiormente in queste prime amichevoli è quello del gol: l’attuale Nocerina fatica a centrare la porta avversaria, affidandosi quasi sempre a qualche estemporanea giocata di Evacuo junior per sbloccare le partite; un calciatore che in eccellenza è stato bomber di razza ma che difficilmente potrà improvvisamente riscoprirsi cecchino infallibile anche in Prima Divisione, campionato di ben altra levatura rispetto a quelli affrontati dall’attaccante pompeiano. E dall’Eccellenza viene anche l’altra speranza per l’attacco, il classe ’89 Marotta, il “Messi del Borsellino”, inteso come nome dello stadio di Volla dove ha disputato l’ultima stagione da protagonista; l’attaccante è in prova, ha buoni numeri ed un passato interessante nelle giovanili del Napoli, ma anche da lui non ci si può di certo aspettare il salto di qualità di cui avrebbe bisogno la prima linea rossonera. Qualcosa di buono l’ha fatta vedere finora Malcore, molto meno hanno fatto Tozzi, Simonetti e Tulimieri; ma una bella iniezione di qualità per l’attacco potrebbe essere rappresentata dall’eventuale arrivo di Libertazzi. Il calciatore classe ’92, in comproprietà tra Juventus e Novara, garantirebbe gol e centimetri alla prima linea rossonera ma bisognerà capire quali sono i reali margini di trattativa, anche perché su di lui c’è forte il pressing del Pontedera ed hanno sondato il campo anche Pro Patria e Chiasso. Toccherà a Pavarese il compito di portare in rossonero un attaccante di valore che accetti le condizioni proposte dai molossi; una mossa necessaria per consentire alla Nocerina di disputare un campionato dignitoso. Non c’è solo l’attacco da rinforzare per i rossoneri in queste ultime due settimane di calciomercato; i molossi potrebbero ritrovarsi con una pedina mancante anche in difesa nel caso in cui dovesse partire De Franco, richiesto dal Foggia: l’eventuale addio del calciatore ex Catanzaro sarebbe comunque immediatamente coperto dall’approdo in rossonero di un altro difensore d’esperienza; inoltre per la retroguardia servirà almeno un altro under che probabilmente sarà il costaricano Cabalceta del Catania. Difficile, invece, che si faccia qualcosa a centrocampo: Palma ha dimostrato già buoni numeri, Hottor ha potenzialità per far bene e Remedi, seppur in ritardo di preparazione, ha conquistato presto la fiducia di mister Fontana.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->