Nocerina, papera B…effarda. Sassaiola prima del match

Scritto da , 2 giugno 2013

Latina – Nocerina 1-0
Latina (4-3-3): Bindi 6,5; Milani 7 Cottafava 6,5 De Giosa 6 (27’ Tulli sv) Bruscagin 6,5; Gerbo 5,5 (10’ st Jefferson 6) Cejas 7 Sacilotto 6,5; Agodirin 6,5 Danilevicius 5 (1’ st Schetter 6) Barraco 7. A disp.: Ioime, Agius, Giacomini, Burrai. All.: Sanderra.
Nocerina (4-3-3): De Lucia 5; Daffara 5 (32’ st Pepe sv) Baldan 6 Scardina 6 Chiosa 5,5; Garufo 5 (42’ st N. Russo) Bruno 6 Corapi 5,5 (36’ st Gorobsov sv); Negro 5 Evacuo 5 Mazzeo 6. A disp.: Ragni, Andelkovic, De Liguori, Rizza. All.: Auteri.
Arbitro: Saia di Palermo.
Marcatori: 30’ st Barraco (L)
Note: Spettatori 7000 circa di cui quasi 1000 dalle due Nocera. Ammoniti: Cejas, Cottafava (L). Corapi, Pepe (N). Rec.: 2’ pt ; 4’ st.

Comincia nel peggiore dei modi il pomeriggio di Latina con l’autobus della Nocerina accolto con pietre e fumogeni al suo ingresso al Francioni; il clima è caldissimo allo stadio e si gioca davanti ad oltre settemila spettatori. Tra i molossi spicca l’assenza di De Liguori, lasciato in panchina: mister Auteri conferma comunque il 4-3-3. Conferma il modulo dell’andata anche il tecnico del Latina Sanderra; c’è spazio per qualche cambio tra i nerazzurri con Gerbo che rileva Burrai e Danilevicius titolare al centro dell’attacco. Avvio di gara frizzante con un’occasione per parte: il cross di Agodorin è respinto a fatica dalla difesa rossonera, Negro fallisce da pochi passi l’occasione del vantaggio. La migliore occasione della prima frazione, però, capita sui piedi dei padroni di casa: una respinta corta di Baldan si trasforma in assist per Cejas che dal limite prova a sorprendere De Lucia con un rasoterra maligno; la palla, però, si stampa sul palo. In avvio di ripresa i molossi pareggiano immediatamente il conto dei legni: Mazzeo prova una delle sue conclusioni a giro ma la sfera si ferma sulla base del legno. Scampato il pericolo il Latina si riorganizza e va vicino al vantaggio a metà frazione: un tiro-cross di Schetter viene respinto sulla linea da Garufo, sulla ribattuta Milani spara altissimo; la Nocerina, però, non sta a guardare e Negro scheggia la traversa con una punizione. Tocca poi a De Lucia a salvare il risultato con un intervento strepitoso su conclusione a botta sicura di Sacilotto; ma pochi minuti dopo è lo stesso estremo difensore il protagonista in negativo: una punizione non irresistibile di Barraco si trasforma in una trappola per l’estremo difensore rossonero: la sfera passa clamorosamente sotto il suo corpo e si insacca rete. La Nocerina non riesce a reagire; il Latina capitalizza al meglio la rete ed agguanta il pass per la finale.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->