Nocerina, il cuore non basta

Scritto da , 19 gennaio 2014

NOCERA INFERIORE. Seconda sconfitta esterna consecutiva per la Nocerina che cede al Grosseto al termine di una sfida tirata ma poco spettacolare; le reti di Ferretti e Marrotta stendono i molossi nella prima frazione ed il gol di Malcore non basta a far rientrare in partita la formazione di Fontana. Schieramenti speculari per le due formazioni; nella Nocerina scelte praticamente obbligate; il tecnico è costretto a rinunciare, tra squalifiche ed infortuni, a nove calciatori. Consueto 4-4-2 per gli ospiti; tra i pali c’è nuovamente Esposito in avanti occasione importante per Malcore, in campo dal primo minuto accanto ad Evacuo. Stesso modulo per il Grosseto di mister Cuccureddu; novità tra i pali anche per i maremmani, con Maurantonio preferito a Lanni. In campo dal primo minuto il nuovo acquisto Perini; in avanti recuperano Marotta e Ferretti. Non è una bella partita quella che va in scena allo Zecchini; le due squadre badano più a non prenderle che ad affondare, il Grosseto prova a fare la partita ma senza grandissime idee, la Nocerina punta soprattutto a difendersi e ripartire. Le migliori occasioni, così, arrivano da disattenzioni difensive come quella che al secondo minuto da via libera a Malcore che non sfrutta a dovere l’assist di Evacuo, divorandosi una facile palla gol. Ma la formazione di casa col passare dei minuti aumenta i giri e comincia a far sul serio; fioccano le occasioni per i biancorossi che alla mezz’ora passano meritatamente in vantaggio con una precisa punizione di Ferretti che lascia di stucco Esposito. La Nocerina accusa il gol biancorosso, sbanda in difesa ed i maremmani ne approfittano; tre minuti dopo azione insistita di Marotta e Ferretti, Esposito salva due volte respingendo miracolosamente ma nulla può sul tap-in ravvicinato di Marotta che di testa infila il raddoppio. Dopo aver sfiorato il tris con lo stesso Marotta il Grosseto abbassa i ritmi e la Nocerina prova a rientrare in partita: a pochi minuti dall’intervallo Maurantonio è provvidenziale a salvare di piede sul diagonale del solito Malcore. Ad inizio ripresa la Nocerina entra in campo più convinta ed accorcia immediatamente: sugli sviluppi di un calcio piazzato Maurantonio tocca sulla traversa la conclusione di Cremaschi ma nulla può sul tocco di testa ravvicinato di Malcore che riapre il match. Cuccureddu fiuta il pericolo e prova a coprirsi con gli inserimenti di Ricci ed Onescu; intanto il Grosseto sfiora nuovamente il tris con Ferretti, che manca la conclusione ravvicinata, e Burzigotti, che su azione d’angolo colpisce bene ma centrale, con facile intervento di Esposito. Tra i padroni di casa entra anche Giovio. Tra i molossi ritorna in campo Vitale, che rileva Malcore, con Lepore che passa a fare la seconda punta; poi tocca al giovane Simonetti che rimpiazza Crialese. Frenesia e confusione la fanno da padrone nel concitato finale; la Nocerina non riesce mai a rendersi realmente pericolosa, il Grosseto fatica a mantenere il possesso per congelare il risultato ma, alla fine, porta a casa i tre punti. Per i molossi una sconfitta di misura e tanti alibi; buona, comunque, la prestazione dei ragazzi di Fontana, bravi a lasciare fuori dal campo i tanti problemi societari.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->