Nocera/Pagani. Tavolo tecnico per il polo agroalimentare. Anche Angri nel rilancio del mercato ortofrutticolo

Scritto da , 18 dicembre 2015

PAGANI. Tavolo tecnico operativo per il futuro del mercato ortofrutticolo di Nocera-Pagani. Il 22 dicembre al Comune di Pagani. Martedì  prossimo si incontreranno i sindaci interessati al rilancio dell’area mercatale, un tempo una delle più importanti d’Europa- per costruire insieme un percorso che riporti in auge la struttura e faccia si che venga ammodernatos econdo le esigenze tecniche del settore  e per diventare un polo di livello internazionale.   “Al governatore De Luca -ha affermato il sindaco di pagani Salvatore Bottone- ho evidenziato la necessità di procedere con interventi di riqualificazione dell’intero complesso ortofrutticolo Pagani-Nocera. Non solo. Le attività devono essere finalizzate ad un rilancio commerciale del settore agro alimentare affinché si giunga alla valorizzazione della filiera dei prodotti delle terre dell’Agro-Sarnese-Nocernino riportando la struttura a ricoprire un ruolo centrale sia a livello nazionale che internazionale. Bisogna, inoltre, procedere con l’acquisizione dell’area da parte dei Comuni interessati. Azioni possibili solo grazie alla collaborazione ed all’unione tra le parti per tutelare le migliaia di persone e di attività commerciali che vi sono”.

 

ANGRI. Anche Angri rappresentata dal sindaco intende partecipare al rilancio di uno dei motori dell’economia agricola dell’agro, il mercato ortofrutticolo di Nocera-Pagani.   Il sindaco Cosimo Ferraioli, infatti, nella giornata di mercoledì ha preso parte ad una riunione ristretta in Regione per discutere del futuro del mercato ortofrutticolo situato ai confini di Nocera e Pagani. Alla presenza del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca e dei sindaci di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, e Pagani, Salvatore Bottone, sono state poste le basi per avviare la fase di rilancio del mercato ortofrutticolo Nocera – Pagani  con una sinergia tra i vari enti.  “La condivisione di progetti orientati a dare slancio alle attività del territorio rappresenta un efficace punto di partenza per dare origine ad una sinergia orientata alla valorizzazione di strutture che sono il fiore all’occhiello dell’agro nocerino sarnese -ha affermato Ferraioli alla fine dei lavori- la Regione e i Comuni hanno il dovere di garantire il necessario supporto e gli strumenti essenziali per permettere al mercato ortofrutticolo di elevare i già elevati standard di qualità che fanno della struttura di via Mangioni una florida realtà del settore in grado di assicurare lavoro ad oltre mille persone attraverso l’indotto. Il Comune di Angri non farà mancare il necessario apporto condividendo il percorso avviato con la Regione Campania e con i Sindaci dei Comuni di Nocera Inferiore e Pagani”.
Vincenzo Vaccaro

Consiglia