Nocera. Visite guidate alla storia. Un successo targato Arkeoclub Nucera Alfaterna

Scritto da , 26 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

NOCERA INFERIORE. Domenica 10 gennaio si è concluso il ciclo di visite guidate svoltosi presso il sito archeologico di piazza del Corso, a Nocera Inferiore, iniziato il 13 dicembre. Le visite, inserite all’interno del cartellone natalizio del Comune di Nocera Inferiore, sono state offerte gratuitamente dai soci dell’Arkeoclub Nuceria Alfaterna tutte le domeniche di dicembre e la prima di gennaio dalle 19:30 alle 22 30.
Al termine di ciascuna visita dagli interessati è stato compilato un questionario, il cui format è stato realizzato dall’Opg  (Osservatorio politiche giovanili). Tali questionari rappresentano un valido strumento per monitorare l’opinione dei visitatori, che per la maggior parte erano all’oscuro delle importanti testimonianze storiche presenti a Nocera e del suo ruolo ai tempi dell’antica Roma: Nocera era una delle città più importanti della Campania antica il cui sviluppo era legato alla presenza di importanti vie di comunicazione. Il sito di Piazza del Corso rappresenta un contesto pluristratificato che va dal II secolo a.C. al V secolo d.C. Le strutture si sviluppano lungo l’asse stradale che da Nocera conduceva a Stabia e sono composte dai resti servili di una villa extraurbana posta accanto a due aree funerarie.
Il primo scavo del 1992 restituì tra le altre cose i frammenti di una iscrizione funeraria riferibili probabilmente a un senatore, quindi a Nocera c’erano persone che partecipavano attivamente alla vita della “Res-publica”.
Le recenti indagini condotte dell’équipe della prof. Rosa Fiorillo dell’Università degli Studi di Salerno hanno evidenziato ulteriori dati, ora in fase di studio. Attraverso la lettura dei questionari si comprende la buona riuscita dell’iniziativa, non si può che restare soddisfatti nel leggere commenti del tipo: «Mi hanno colpito molto la passione e la disponibilità dei volontari», «Ciò che mi ha colpito di più è stato soprattutto scoprire realtà che per molto tempo sono rimaste nell’anonimato e la ricchezza che il nostro territorio ha. L’auspicio è quello che i fondi possano permettere ulteriori ricerche e studi sul nostro territorio». «L’idea stessa della presenza di resti di una vecchia città sotto quella attuale e che solo scendendo di qualche metro si possa tornare indietro nel tempo è entusiasmante». L’apertura del sito di Piazza del Corso è stata un’iniziativa semplice ma molto valida, ha consentito ai nocerini di iniziare a interessarsi  alla propria storia, le radici di un popolo rappresentano la sua identità ed è proprio questo lo scopo della associazione Arkeoclub tutela e valorizzazione dei nostri tesori storico-artistici. I soci dell’Arkeoclub ringraziano per la partecipazione e vi invitano a seguire le prossime iniziative, per restare sempre aggiornati si può visitare la pagina Facebook: Arkeoclub Nuceria Alfaterna.
Floriana Coppola

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->