Nocera Inferiore. Un Open Day sulle punte all’“Alberto Galizia”

Scritto da , 2 febbraio 2016

NOCERA INFERIORE. Dalla pittura alla ceramica, dalla musica alla danza e al teatro (simulazione di un processo sul  reato di bullismo) passando per proiezioni in lingua straniera e sapienti riflessioni filosofiche annotate su intriganti piccole “pergamene”, si è concluso, in un clima di gran festa, l’Open Day del Liceo Statale Alberto Galizia.
Un viaggio entusiasmante nel mondo della scuola alla scoperta di un  volto troppo spesso nascosto dell’universo studentesco, quel volto che si mette in gioco e mostra il meglio di sé.  Consapevolezza, competenze ed anche un pizzico di orgoglio hanno caratterizzato i liceali che, nel corso delle giornate del 16, del 23 e del 30 gennaio, hanno illustrato, nel teatro dell’istituto, attraverso concerti e danze, e nei laboratori di pittura e ceramica, ai tanti visitatori, capacità e conoscenze acquisite. Dietro, un grande sforzo di  tutti i docenti della scuola  e del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario perché il liceo cittadino sia conosciuto nell’offerta formativa dagli alunni delle scuole medie per la loro scelta futura.
E’ apparsa molto soddisfatta la Dirigente scolastica, prof.ssa Maria Giuseppa Vigorito, che ha definito l’Open Day una manifestazione riuscita anche aldilà del suo scopo principale, quello di informare le famiglie dei giovani studenti della scuola media. “Ancora una volta – ha dichiarato compiaciuta – i ragazzi hanno dimostrato che, quando sono protagonisti del processo di apprendimento, sanno assumere atteggiamenti seri e responsabili. E’, questo, un segnale forte per noi educatori, talvolta preoccupati dalla confusione di valori di una  società sempre più orientata ad una visione utilitaristica dell’esistenza”. Insomma, “la meglio gioventù” chiede una scuola attiva e dinamica, improntata al dialogo e allo scambio, una scuola del sapere e del saper fare.
Del resto, lo storico Istituto magistrale di Nocera Inferiore, riformato in Liceo delle Scienze umane, si è arricchito, negli anni, di nuove offerte culturali come l’opzione economico-sociale, ed il Liceo musicale e coreutico, unico nell’Agro Nocerino Sarnese, convenzionato con il Conservatorio Statale di Musica “A. Martucci” di Salerno e con l ‘Accademia Nazionale di Danza di Roma, nonché del Liceo artistico che vede i propri studenti impegnati in importanti manifestazioni sul territorio.
Quindi sono in sempre maggiore numero i ragazzi che scelgono l’indirizzo coreutico sognando un radioso futuro… “sulle punte”.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->