Nocera Inferiore. Attacco a Torquato dai nuovi “amici”

Scritto da , 18 dicembre 2015

NOCERA INFERIORE. Il Partito democratico non è un alleato genuflesso. La segreteria cittadina e i consiglieri comunali del partito, specie quelli usciti dalle urne tra le file dell partito di Renzi, non accettano di ruoli secondari all’interno delle assise cittadine. Già, il gruppo che fa capo ad Alfonso Oliva, segretario del locale circolo, e ai consiglieri comunali Antonio Iannello ed Enrico Esposito avevano mal digerito l’alleanza con il sindaco, imposta perlopiù dai vertici salernitani del partito, dopo anni di battaglia in aula poi è arrivata una dichirazione di Manlio Torquato ai microfoni della testata on line Agro24 a rompere ancor di più gli equilibri. Il sindaco aveva affermato che Iannello ed Esposito non fanno parte della maggioranza. Una dichiarazione a poche ore dal comunicato ufficiale dell’ingresso di tre consiglieri eletti tra le file dei torquatiani al Pd, il presidente del consiglio comunale Guido tafuro e i fedelissimi del primo cittadino Paolo De Maio e Gianfranco Trotta con tanto di comunicato di benvenuto della sezione nocerina del partito renziano. A questo punto,  il segretario del Pd Alfoso Oliva (nella foto)  ha diffuso una nota: «Il Pd nocerino è un partito che discute e come tale possono esistere posizioni diverse, questo fa parte della normale dialettica interna ad un partito vivace come il nostro.  Abbiamo la capacità e l’autonomia di pensiero di decidere in modo autosufficiente e non abbiamo bisogno di aggiungere alla situazione complessa in cui il partito si trova altra confusione. Le diverse vedute politiche all’interno del partito sono nostre e non devono essere elementi di discussione esterna ad esso, se non da chi ricopre ruoli dirigenziali nel partito. Concludo affermando che i consiglieri del PD attualmente presenti in Consiglio Comunale sono 6 e tali resteranno anche in futuro». Tradotto, Torquato ha fato l’accordo con il Pd, i consiglieri comunali sono sei (Tafuro, iannello, De Maio, Trotta, Esposito e Massimo Petrosino) e quindi se li è imbarcato tutti e sei, nessuno escluso. come inzio di una collaboprazione non c’è male. Da  avversari ad amici  politici il passaggio non è sempre facile e va gestito con tranquillità senza creare tensioni. Intanto è stata annullata la conferenza stampa indetta dal Pd per la presentazione delle tre new entry. Una situazione politica del tutto inaspettata, quella nocerina, dove l’opposizione si riduce sempre più ed altri due consiglieri comunali di minoranza starebbero pensando ad un appoggio all’amministrazione.
Mentre le esegue truppe di opposizione si riducono sempre più, nella maggioranza ha lasciato a molti l’amaro in bocca la rimodulazione della giunta.: che Torquato debba guardarsi più da qualche tranello degli “amici” che degli oppositori?

Consiglia