Nocera I. Vasca Cicalesi: i Cinque stelle chiedono l’intervento dell’Arpac

Scritto da , 14 ottobre 2015

NOCERA INFERIORE. Pericolo contaminazione inquinamento: il gruppo attivisti di Nocera Inferiore del Movimento 5 Stelle chiede controlli, in particolare nella vasca Cicalesi. I pentastellati ed altri cittadini hanno chiesto all’Arpac,  dipartimento di Salerno ed Avellino oltre all’Unità Siti Contaminati, alcune verifiche perché la popolazione è in allarme.
«Preoccupazione in seguito ai lavori di pulizia e bonifica che sono in corso ed all’eventuale inquinamento che i terreni della vasca abbiano potuto subire, anche in virtù delle acque confluite e laminate con gli ultimi episodi di pioggia del 9 e 10 ottobre scorsi oltre alla recente notizia del possibile inquinamento delle falde o di alcuni pozzi con tetracloretilene», scrivono gli attivisti.
Nel documento inviato all’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente si ricorda che «nei pressi di Vasca Cicalesi, sita in località San Mauro di Nocera Inferiore, vi era in corso la lavorazione dei fanghi speciali, tirati fuori in seguito alla pulizia della stessa… negli ultimi mesi si sono evidenziati nelle aree di Solofra e Montoro episodi di immissione in acqua documentati sempre da video, di sostanze la cui natura si sospetta essere di origine chimica-nociva… vi è stato un allarme di possibile inquinamento da tetracloretilene anche nelle nostre zone, e data la chiusura con ordinanza sindacale, già da un anno di un pozzo del Consorzio Bonifica proprio in area San Mauro…»
I pentastellati sono preoccupati che: gli stessi fanghi siano, almeno in parte, ritornati nella vasca e quindi che vi sia potuta essere una nuova contaminazione; le acque raccolte durante la laminazione potrebbero contenere inquinanti altamente pericolosi per la salute umana, sia in virtù sversamenti illegali che di alcune voci sugli stessi depuratori a monte, che sembra, in occasione di piogge abbondanti, tracimino e confluiscano acque diversamente non recepibili nell’adiacente torrente; che l’inquinamento da tetracloretilene possa dipendere anche dal contenuto della Vasca Cicalesi e che si corre il rischio di intaccare la qualità delle acque ad uso umano, ma anche di quelle ad uso irriguo, visti anche i collegamenti che ci sarebbero delle falde sotterranee tra Montoro, Caste! San Giorgio Nocera e Sarno».
Il movimento 5 stelle chiede: che vengano effettuati campionamenti ed analisi dei fanghi ad oggi presenti nella Vasca Citalesi; di valutare se ci sia stata contaminazione con i fanghi già in lavorazione e/o se vi sia presenza di altri elementi inquinanti… pervenuti in seguito alla laminazione delle acque torrentizie del Cavaiola e Solofrana;  che vengano effettuati controlli alle acque di scarico dei depuratori, civili e industriali, presenti lungo ii torrenti interessati; di essere messi a conoscenza dei dati già in Vostro possesso circa la qualità delle acque, nel caso avesse già disponibili dei campionamenti…; in particolare, di essere rassicurati in merito all’idoneità per uso umano delle acque di fonte…».

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->