Niente effetto luci d’artista, presenze in calo per i b&b salernitani

Scritto da , 2 Gennaio 2020
image_pdfimage_print

Niente effetto Luci d’Artista. La fine dell’anno non è stata esaltante sotto il profilo delle presenze per i bed and breakfast salernitani. E’quanto emerge dai dati raccolti da “Hall for tourist”, agenzia di servizi per il turismo che mette in rete decine di sistemazioni alternative agli alberghi nella nostra città. Il Capodanno sembra aver fatto tirare un sospiro di sollievo ai titolari di affittacamere e B&B dopo due mesi di performance non particolarmente lusinghiere.”Novembre e’stato anche dopo l’inizio di Luci d’artista demoralizzante – hanno commentato Marco Stanzione ed Annamaria di Filippo, dell’agenzia prima citata – I flussi si sono ridotti del 50% rispetto all’anno scorso (che era gia’andato peggio rispetto agli anni precedenti)”. Un dato negativo, in un tend che si mostra dunque in calo rispetto agli anni precedenti. Non solo un calo delle prenotazioni, ma anche dei tempi medi di permanenza, ridottisi addirittura ad una notte. Ormai, nei fatti, in città non si staziona più a lungo, ma solo per brevi toccate e fuga. “Le prenotazioni si sono ridotte ad una durata media di una notte – hanno aggiunto gli operatori della Hall For Tourist – l’anno scorso riuscivamo a mantenere i turisti nelle nostre strutture mediamente per due giornate”. Altro fenomeno in crescita sembra essere quello delle visite di gruppi organizzati, che spesso pernottano in hotel abbastanza distanti dal centro cittadino, con il vantaggio di poter fruire di costi molto contenuti per il pernotto rispetto a quelli praticati nella city.  “Non si e’registrato il sold out nelle strutture extra alberghiereanche nel centro citta’ – hanno proseguito Stanzione e la Di Filippo – Un lieve incremento lo abbiamo però notato nel week end di Capodanno. Anche in vista dell’Epifania i dati ci sembrano incoraggianti”. Per i due operatori turistici il motivo del calo di presenze non è rappresentato dalle strutture abusive, ma la mancanza di
una vera programmazione. “Le luci d’artista non funzionano piu’ come unica attrattiva per il periodo natalizio – hanno concluso infatti i titolari della Hall for Tourist – Bisogna presentare dei programmi con delle attrattive alle fiere internazioni del turismo per dar modo agli operatori di vendere un’offerta territoriale piu’ variegata e continua. Altrimenti non faremo mai quel salto di qualità necessario e ci limiteremo sempre ai soliti problemi di traffico e specialmente di parcheggio soprattutto nella zona del centro”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->