«Nessun immobilismo, il mercato è lungo e prima di scegliere andiamo cauti»

Scritto da , 10 luglio 2014

SALERNO. Traspare ottimismo e entusiasmo dalle parole rilasciate dal tecnico della Salernitana, Mario Somma al sito ufficiale granata. Il trainer di Latina ha fatto il punto sulle operazioni di mercato fin qui concluse, a partire dall’arrivo di Castiglia fino ai rinnovi di Pestrin e Bianchi: “Castiglia è un ottimo giocatore che migliora il reparto. E’ un giocatore polivalente che può ricoprire tutti i ruoli a centrocampo e che può rappresentare sicuramente un valore aggiunto in una zona del campo in cui stiamo cercando di intervenire e in cui riteniamo che ci sia ancora qualcosa da fare. Bianchi e Pestrin- continua Somma- sono due punti importanti per il nostro progetto. Due elementi che non solo danno garanzie dal punto di vista tecnico ma che hanno la personalità per poter indossare questa maglia”. Sul mercato però ci sarà da fare ancora molto, Somma lo sa ma non vuol sentire parlare di immobilismo: “Questo apparente immobilismo rappresenta tutt’altro: siamo impegnati su tantissimi fronti e prima di fare una scelta preferiamo essere cauti. Il mercato è molto lungo. Stiamo cercando in tutti i ruoli di portare a casa elementi che possano essere funzionali alla nostra idea e che possano dare garanzie psico-fisiche, tecniche e soprattutto caratteriali. Stiamo lavorando con criterio e massima attenzione. Anche ieri ho sentito il presidente Mezzaroma il quale ci ha rivolto l’augurio di buon lavoro e di proseguire sull’orientamento impostato fino ad ora. C’è un continuo confronto tra me, il direttore e la proprietà, mai nessuno di noi ha preso decisioni individualmente e credo che sia questo il modo migliore di lavorare. Siamo presenti sul mercato da protagonisti e chi arriva in granata deve essere realmente convinto della piazza di Salerno. Acquistare tanto per farlo non ha alcun senso”. Somma, infine, si sofferma anche sui calciatori che rientrano dai prestiti e ovviamente il pensiero va subito a Gigi Grassi, il cui futuro è ancora in bilico: “Insieme con i giocatori e la società valuteremo tutte le situazioni in essere. Sarà qualcosa che si discuterà con calma. Il nostro obiettivo è avere delle coppie tutte allo stesso livello, il che significherebbe aumentare anche la competitività in allenamento e non dare sicurezze da titolare a nessuno. Chi accetterà questa mentalità potrà essere dei nostri”. Simone Perrotta

Consiglia