Neonato morto, la madre fermata per omicidio nel salernitano

Scritto da , 3 Ottobre 2019
image_pdfimage_print

indagata per omicidio Olga Iacob la trentenne di origini moldave, che ha occultato, il corpicino del figlio in una valigia subito dopo averlo messo al mondo. La triste storia in una abitazione di Angellara di Vallo della Lucania dove la donna viveva da circa 4 mesi e lavorava come badante.  Forse ha nascosto la gravidanza temendo di non riuscire ad ottenere il lavoro.

L’autopsia eseguita ieri pomeriggio, all’ospedale San Luca, dal medico legale Adamo Maiese, incaricato dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania ha fatto emergere, tra le cause della morte del neonato, lo schiacciamento del cranio con conseguenti lesioni alle ossa.

Dopo l’autopsia la donna è stata iscritta sul registro degli indagati dal pm Paolo Itri con l’accusa di omicidio: è stata posta in stato di fermo ed è piantonata in ospedale. La trentenne era giunta all’ospedale martedì sera con una forte emorragia.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->