Napoli, Giuntoli al lavoro tra rinnovi e scadenze

di Giuseppe Vitolo

NAPOLI – Il Napoli continua a programmare la prossima stagione attraverso il calciomercato, sia con cessioni che con acquisti. Il mantra di De Laurentiis è quello di abbassare il monte ingaggi e di cedere, con un’offerta ritenuta adeguata, anche un gioiello della squadra. Gli indiziati erano e sono Koulibaly e Fabiàn Ruiz: le offerte però scarseggiano e il club non ha intenzione di svendere. Il Presidente del sodalizio campano resta fermo sulla sua posizione e non cederà per meno di 60-65 milioni uno tra Koulibaly e Ruiz. Nel caso in cui non dovessero arrivare queste offerte De Laurentiis riprogrammerebbe il calciomercato. Il piano B sarebbe quello di non cedere nessuno e di ovviare agli acquisti necessari con soluzioni low cost. Al momento resta infatti da riempire il vuoto lasciato dalle partenze di Hysaj, Bakayoko e Maksimovic, con Giuntoli che è già al lavoro su più tavoli. Va considerato il fatto che persistono nella rosa azzurra alcune vicende che meritano un dovuto chiarimento prima del prossimo ritiro estivo. Lorenzo Insigne e il suo futuro rappresentano una tematica di grande attualità da alcuni mesi. Ma ci sono anche altre situazioni contrattuali da risolvere. Oltre al capitano del Napoli, infatti, hanno il contratto in scadenza nel 2022 anche altri tre calciatori: si tratta di Dries Mertens, di Ospina e di Ghoulam. Tre questioni differenti che andranno chiarite. Mertens ha rinnovato per altre due stagioni un anno fa. A maggio prossimo compirà 35 anni e il Napoli lo perderà a zero. Difficilmente ci sarà un altro prolungamento e difficilmente verrà ceduto questa estate, salvo novità legate a offerte vantaggiose. Ma con Osimhen che sarà via un mese per la Coppa d’Africa la presenza di ‘Ciro’ sarà fondamentale. Ospina può partire perché il titolare sarà Meret. E poi, dato che non ha rinnovato e al momento non ci sono trattative, questa estate il Napoli potrebbe ancora ricavare qualche cifra interessante dalla sua cessione. Discorso identico per Ghoulam, con la differenza che attorno all’algerino, causa infortuni, non c’è molto mercato. Un vero peccato per un giocatore di appena 30 anni tra i migliori nel suo ruolo prima del doppio stop. Incerto della permanenza alle pendici del Vesuvio è anche Andrea Petagna. È stato acquistato nel calciomercato di gennaio 2020, ma si è trasferito al Napoli solo in estate. L’attaccante ex Milan, classe 1995, quest’anno è stato spesso chiamato in causa per le molte assenze che hanno colpito la squadra partenopea, ma non è riuscito a incidere come ci si aspettava. Ecco perché, con il rientro dei titolari, il Napoli è pronto a cedere Petagna. Il prezzo è più o meno lo stesso per cui è stato acquistato: 17 milioni. I club interessati non mancano e in particolare ci sarebbe il Bologna, pronto a programmare un affondo decisivo in tal senso.