Morra: «Definire i debiti e riordinare l’Ente»

Scritto da , 16 maggio 2018
image_pdfimage_print

Adriano Rescigno

Chiara la linea programmatica di Francesco Morra, candidato sindaco sotto il vessilo del polo “Impegno Civico”.

Come Pellezzano può ripartire?

«Dal risanamento del bilancio. Il risanamento del bilancio rappresenta la principale sfida che ci troveremo ad affrontare. Senza la giusta disponibilità finanziaria è oggettivamente difficile gestire nel modo migliore l’azione comunale. Proponiamo un piano triennale per rientrare della gravosa situazione in cui versa il bilancio. Il riequilibrio dei conti passa anche attraverso l’efficienza della macchina amministrativa, pertanto la riorganizzazione dell’ente rappresenta una priorità. Le proposte operative sono: definizione della situazione debitoria dell’ente, ricognizione delle risorse disponibili, analisi dei costi di gestione verifica delle entrate e contrasto all’evasione fiscale per una contribuzione più equa a vantaggio di tutti i cittadini. Reperimento di nuove fonti di finanziamento regionali, nazionali, e comunitari; di nuove entrate mediante la razionalizzazione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare. Riduzione e razionalizzazione della spesa pubblica individuando ed eliminando gli sprechi, in particolare migliorando l’efficienza della struttura interna valorizzandone e riqualificandone le risorse. Ricambio generazionale, riqualificazione e aggiornamento delle risorse umane dell’amministrazione anche grazie alle risorse messe in campo dalla Regione (tra queste l’imminente assunzione di 10.000 giovani negli enti locali)»

Emergenza lavoro e politiche sociali. Come intende affrontare questi settori?

«Migliorare l’attuazione del piano di zona per realizzare l’integrazione delle politiche sociali e dei vari servizi, mediante l’analisi di bisogni, la definizione delle priorità e delle risposte, l’integrazione delle risorse istituzionali. Sostenere il terzo settore: la nostra azione amministrativa avrà come interlocutori privilegiati tutte le entità che svolgono attività e servizi di pubblico interesse, con motivazioni di solidarietà, senza fini di lucro, ovvero entità che occupano uno spazio intermedio fra i compiti istituzionali della pubblica amministrazione e l’offerta del “mercato”. Le formazioni del terzo settore che con più frequenza coinvolgono i cittadini nella loro attività e stabiliscono rapporti più articolati e costanti con le pubbliche amministrazioni costituiscono le espressioni più autentiche di interessi reali e vanno assumendo un ruolo sempre crescente. Siamo convinti che da questo settore possa derivare anche una significativa creazione di posti di lavoro. Migliorare e integrare i servizi ai cittadini. Questo è l’obiettivo più importante e articolato nell’attuazione della nostra volontà politica. Quello che faremo nel corso del nostro mandato sarà garantire il miglior svolgimento dell’ordinaria amministrazione impegnandoci affinchè i cittadini possano fruire dei servizi dovuti. Inoltre compatibilmente con le risorse che riusciremo a reperire non solo in termini economico-finanziari ma anche grazie alle sinergie che cercheremo di sviluppare con altri enti e soggetti pubblici e privati, avvieremo un progressivo incremento dei servizi offerti dal Comune in diversi settori della vita cittadina: – servizi a supporto delle famiglie oltre a quelli già in essere, daremo massima attenzione alle necessità delle famiglie tenendo conto dei bisogni legati alla cura dei minori e delle esigenze delle madri lavoratrici, quindi servizi come la pre e post accoglienza scolastica ma soprattutto la realizzazione di un nido comunale intercettando le risorse che verranno messe a bando dal governo fornendo supporto alle famiglie anche per la richiesta di voucher per il nido laddove venissero rimessi a disposizione dalla Regione. Promuovere iniziative di collaborazione tra comune scuola e famiglie nell’intento di sostenere il percorso educativo dei ragazzi dall’età evolutiva all’adolescenza – servizi in ambito sanitario l’apertura di un centro vaccinale sul territorio, visite gratuite di prevenzione oncologica – servizi in ambito socio assistenziale uno sportello dedicato alla disabilità per informare su procedure burocratiche e sulle opportunità offerte a supporto della disabilità compresa quella derivante da patologie oncologica. Realizzazione di un progetto innovativo per l’assistenza agli anziani che garantisca alla persona la permanenza nel proprio contesto familiare evitando alienazione da parte dell’anziano».

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->