Montervino: “Speriamo che Lotito accontenti Sanderra”. Striscione pro Irpinia

Arechi da oltre 5000 spettatori. Servito lo scettico Lotito che ora dovrà scuotersi perché la squadra così com’è non va da nessuna parte. Anche i tifosi, stanchi di essere vessati dal patron, hanno mostrato il loro malcontento con striscioni (ma ce n’era anche uno di solidarità per i morti dell’Irpinia) e fischi a fine gara. Fredda l’accoglienza per il nuovo tecnico Sanderra che senz’altro non si è presentato, come risultato, con il risultato migliore. Qualcuno gli ha rammentato Galderisi, lui guarda avanti e non si lascia andare a gesti scaramantici. Sicuramente c’è da risolvere l’enigma modulo, trovare una posizione a Grassi e rinfoltire la mediana. A tal riguardo emblematiche sono le parole di capitan Montervino: ” In ritiro abbiamo provato più di una disposizione tattica. Il mister ha una sua idea ma dovrà adeguarsi a quelli che sono i calciatori in organico, sperando che il presidente lo accontenti. Ci vuole poco a mantenere uno spogliatoio buono quando i giocatori sono intelligenti”. Montervino si è soffermato anche su Giubilato e Grassi: “Non so che ruolo avrà David ma di certo so che è un professionista e l’anno scorso è stato fondamentale. Se le cose sono migliorate l’anno scorso è anche grazie a lui. Grassi? E’ il fiore all’occhiello della campagna acquisti, ha fatto 22 gol l’anno scorso ma oggi (ieri per chi legge) me lo sono ritrovato a fianco a centrocampo… Lui sa adattarsi e devo dire che mi sono trovato anche bene giocando al suo fianco”. Chiosa finale per i tifosi: “Non me ne aspettavo così tanti dopo le polemiche in settimana e dopo che non avevo visto grande seguito nel corso delle amichevole in ritiro”.

(foto Palumbo – agenzia Pica-Sarno)