Monsignor Bellandi: “La chiesa deve far sentire la propria vicinanza ai malati”

Scritto da , 3 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

In occasione della Giornata diocesana del malato, S.E. Mons. Andrea Bellandi Arcivescovo Metropolita di Salerno-Campagna-Acerno, ha presieduto la Celebrazione Eucaristica presso la chiesa parrocchiale di Sant’Eustachio Martire nel quartiere Pastena di Salerno. L’importante occasione, curata dall’Ufficio diocesano per la pastorale della salute, è stata un momento di riflessione e condivisione non solo per quanti operano specificamente nel settore, in ogni grado di professionalità e responsabilità, ma per tutti quanti hanno a cuore l’invito rivolto dal Santo Padre Francesco. “Il significato di questa giornata – spiega Monsignor Bellandi – è rimettere al centro una delle categorie più deboli e anche più emarginate che sono appunto le persone che sono ammalate. Sono persone che hanno bisogno di particolari cure non solo di natura medica ma anche di natura umana. Hanno bisogno soprattutto di uno sguardo che infonda loro vicinanza, affetto, prossimità. La giornata del malato si inserisce in questa volontà di far sentire i malati al centro della preoccupazione della chiesa”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->