Momenti di tensione a Cava de’ Tirreni: Salvini contestato in piazza Duomo

Scritto da , 26 Agosto 2020
image_pdfimage_print

Momenti di tensione, oggi, a Cava de’ Tirreni per la visita di Matteo Salvini. Ad accogliere, in piazza Duomo, il leader della Legaa non solo simpatizzanti e sostenitori ma anche un nutrito gruppo di contestatori. Tra le oltre 600 persone presenti, infatti, vi erano anche circa 200 manifestanti che hanno contestato l’ex ministro tanto che, ad un tratto, si è resa necessaria anche una carica di alleggerimento da parte delle forze dell’ordine per evitare che i contestatori si avvicinassero ulteriormente al palco. Durante i disordini – durati una decina di minuti – sono stati lanciati anche oggetti all’indirizzo dei poliziotti. Gli agenti hanno già identificato una decina di persone ma proseguono gli accertamenti. “Accoglienza calorosa e straordinaria oggi in piazza a Cava de’Tirreni, a Salerno”, ha dichiarato Salvini a Cava de’ Tirreni, nuova tappa del suo tour elettorale in vista delle regionali e delle amministrative. Durante il comizio il “Capitano” è stato contestato da un gruppo di persone che lanciano sedie e qualche bottiglia come documentato da un video postato dallo stesso numero uno del Carroccio sul suo profilo Instagram. Salvini definisce chi protesta “contestatori di sinistra” e “criminali”. “P.S. I “contestatori” di sinistra lanciano bottiglie e sedie contro cittadini e poliziotti: questa non è politica, questi sono quattro criminali” – ha scritto infatti Salvini su facebook – Un abbraccio da Cava de’ Tirreni e un bacione a chi ci vuole male. Avanti tutta amici!”. Nella mattinata di oggi, prima di lasciare la città capoluogo, il leader del Carroccio ha visitato il Duomo: “Nella ‘mia’ cattedrale a Salerno, dedicata a San Matteo, fra mosaici, affreschi, pavimenti e vetrate eccezionali. Grazie al parroco per la visita e per la preghiera. Italia bella”, ha scritto Salvini.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->