«Mio padre colpito da ischemia ‘parcheggiato’ per ore al Pronto Soccorso»

Scritto da , 11 Aprile 2019
image_pdfimage_print

«Parcheggiato per ore al Pronto Soccorso in attesa di cure». E’ la denuncia di un avvocato salernitano che racconta il calvario vissuto dal padre colpito da ischemia e trasportato al pronto soccorso dell’Ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno per le cure del caso.

Secondo la denuncia del figlio al genitore non sarebbe stato riservato un trattamento adeguato al quadro patologico rappresentato

“Mio padre è stato trasportato al pronto soccorso di Salerno in codice giallo, purtroppo per una nuova ischemia, con problemi alla gamba sinistra. E’ stato letteralmente “parcheggiato” al pronto soccorso senza che gli venisse praticata alcuna idonea terapia – racconta M.G. il figlio del paziente –.

A distanza di diverse ore, mio padre è ancora parcheggiato al pronto soccorso e il quadro patologico si è aggravato notevolmente: la gamba si è bloccata. In poche parole dal “parcheggio” nel pronto soccorso si era in attesa di un trasferimento potenziale nel reparto, ma tutto questo è avvenuto quando il quadro patologico di mio padre è già notevolmente compromesso”.

Il figlio dell’uomo ricoverato al Ruggi ha annunciato di voler denunciare l’Azienda Ospedaliera. Questa la versione dei fatti rappresentata da G.M.. Restiamo in attesa della versione del Ruggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->