Minorenni e di buona famiglia per smerciare la droga: smantellata rete

Scritto da , 11 ottobre 2013

Undici persone arrestate (uno in carcere e 10 ai domiciliari): è il bilancio di un’operazione antidroga nella valle dell’Irno, in provincia di Salerno, effettuata dai carabinieri del Reparto Operativo del comando provinciale e dai colleghi della compagnia di Mercato San Severino. Gli arrestati facevano parte di due organizzazioni dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti operanti principalmente nei comuni di Mercato San Severino, Siano e Castel San Giorgio. I particolari dell’operazione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte anche il procuratore facente funzioni della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, Umberto Zampoli. Per lo smercio della droga gli arrestati utilizzavano per lo più minorenni, anche di buona famiglia, per non insospettire le forze dell’ordine. Ma dopo due anni di serrate indagini i carabinieri stamani hanno smantellato due organizzazioni che smerciavano droga nella Valle dell’Irno. Alla cattura sono sfuggiti due indagati: uno al momento risulta in Germania mentre un altro potrebbe costituirsi nelle prossime. I due gruppi si erano divisi il territorio attraverso lo spaccio di hashish e marjiuana, ma a volte una delle due organizzazioni spacciava anche crack e cocaina. Nell’operazione di oggi che ha visto impegnati 120 carabinieri, unità cinofile e il personale del settimo nucleo Elicotteri di Pontecagnano, sono state effettuate decine di perquisizioni nel corso delle quali sono stati anche sequestrati una ventina di grammi di hashish ed il materiale occorrente per il confezionamento delle dosi.

Consiglia