Michele Giordano, tris d’argenti agli Europei

Scritto da , 20 maggio 2014

BARONISSI. Certamente non si aspettava la recente manifestazione continentale, in terra romena, per confermare che Michele Giordano, portabandiera della Nazionale Italiana e del Tempio Shaolin di Baronissi, fosse l’atleta più forte d’Europa di Kung Fu Wushu, ebbene il “gioiellino irnino” ha centrato ben tre secondi posti in altrettanti specialità in programma. Michele Giordano, infatti, a Bucarest, nel corso dei Campionati Europei di Kung Fu Wushu, ha letteralmente strabiliato gli addetti ai lavori ed il competentissimo e foltissimo pubblico presente, sfoderando prestazioni a dir poco eccezionali, raggiungendo punteggi impensati alla vigilia e che pure non sono bastati per salire sul gradino più alto del podio, lasciando nella comitiva azzurra qualche sospetto di troppo. Per scendere nei dettagli va subito ribadito che alla manifestazione Continentale hanno partecipato oltre 500 atleti provenienti dall’intera Europa, con larga rappresentanza dei Paesi dell’Est, che, secondo le previsioni, hanno fatto incetta di titoli nelle varie categorie e specialità, ma sudando le fatiche sette camicie per battere il campione italiano, rivelatosi l’avversario più ostico da superare. Per dare un’idea della perfezione raggiunta da questi atleti basta sottolineare il punteggio con cui Michele Giordano ha conquistato le tre medaglie d’argento, infatti nella specialità Nan Quan(mani nude) ha ottenuto 9,64, nella Nan Gun(bastone) 9,60 e nella Nan Dao(sciabola) 9,50, ovviamente i punteggi più alti dell’intera Nazionale Italiana e finendo tra i migliori d’Europa nella speciale classifica ALL ROUD, insomma ancora ora appare impossibile come con punteggi del genere non sia arrivata nessuna medaglia d’oro. Buona la prestazione anche dell’altro campioncino del team del maestro Bruno Giordano, ossia Domenico Giordano che è arrivato 5° nella specialità Gun Shu(bastone) ed 8° nella Chang Quan(Mani nude), dimostrando comunque ampi margini di miglioramenti, che lasciano ben sperare per il futuro. Eccellenti i piazzamenti ottenuti dagli atleti della categoria Juniores, ossia i quarti posti di Alfonso Barbarisi nella specialità Jin Shu(spada) e Qiang Shu(lancia) e Claudio Cozzolino nella Nan Quan(mani nude) e Nan Dao(sciabola) e dulcis in fundo il lusinghiero 6° posto per Giuseppe Acconcia nella sciabola ed a mani nude. Purtroppo per lo squadrone irnino neanche il  tempo per gustare questi exploits europei che già bisogna rifare le valige e trasferirsi a Pescara per la fase finale dei Campionati Italiani, dove, senza alcun dubbio, sarà il team da battere e per gli avversari si paventa una manifestazione all’ombra dello strapotere degli splendidi atleti del Tempio Shaolin di Baronissi  e di conseguenza ancora giuste e meritate soddisfazioni per il presidente Pina Coppola e soprattutto per il desu ex machina, il maestro Bruno Giordano.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->