“Mi sono messo in discussione senza nessun apparato alle spalle ma solo con gli amici di sempre”

Scritto da , 25 Settembre 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

“Ho sempre dimostrato di essere in campo, ora attendo la costruzione di un partito che mi veda protagonista”: Post regionali Nico Mazzeo ha le idee ben chiare sul suo futuro: sarà a disposizione di Italia Viva, se necessario, per contribuire alla realizzazione di un partito forte che possa imporsi sempre di più sul territorio. Il consigliere comunale, candidato con Italia Viva al consiglio regionale della Campania è stato tra i più votati nella città capoluogo. Segno, forse, che gli elettori hanno voluto premiare il lavoro fatto in questi 10 anni che lo hanno visto protagonista a Palazzo di Città. Un risultato importante ma che non permette di raggiungere Palazzo Santa Lucia. C’è un po’ di amarezza? “No, assolutamente. Abbiamo fatto quello che è stato possibile in 30 giorni, facendo un cambio di partito, mettendosi in discussione senza nessun apparato alle spalle e un’unica forza, gli amici di sempre”. Italia Viva ha raggiunto un risultato eccellente in Campania. A Salerno Tommaso Pellegrino entra in consiglio regionale. Si aspettava questo traguardo? “Sì, ce lo aspettavamo e ci abbiamo creduto fin dal primo momento altrimenti non saremmo entrati in Italia Viva. Ci abbiamo creduto, è arrivato un gran risultato e a livello regionale siamo il terzo partito ma adesso comincia la reale fase di costruzione del partito e la mia speranza è di costruire un partito nuovo”. Pensa di aver commesso errori nel corso della sua campagna elettorale? “Quando si perde sicuro qualcosa si sbaglia ma io prendo sempre il lato positivo: non avevamo il tempo materiale per costruire una campagna elettorale forte, lo abbiamo fatto con grande spirito di passione, non avevamo carri armati alle spalle che camminassero al nostro posto ma lo abbiamo fatto conoscendo ogni singola persona all’interno della provincia. Sono persone che ci hanno stretto la mano, che conosciamo perfettamente e questo è il lato bello della politica e delle campagne elettorali. Poi, i risultati, perdenti o vincenti che siano, vanno visti con attenzione, si fa una valutazione vera per capire se si parla di vittoria o di sconfitta. Io l’ho visto come un punto di partenza, dovevo dimostrare che in campo c’era e ho dato l’ennesima dimostrazione, per quanto mi riguarda, ad un partito politico, come ho fatto nel Pd dove ho sempre militato. Io ho sempre dimostrato di essere in campo e di mettermi a disposizione. Adesso, attendo la costituzione di un grande partito che mi veda protagonista”. La città di Salerno ha voluto premiarla: lei è tra i più votati segno, forse, che i cittadini hanno apprezzato il lavoro svolto in consiglio comunale… “Sì, il dato di Salerno è un dato su cui partire, ho praticamente confermato i voti delle elezioni comunali in questa tornata elettorale: in campo c’erano tutti i big che abbiamo a Palazzo di Città e questo mi da grande soddisfazione, quella spinta in più per continuare a credere in una politica fatta di concretezza, di rapporti umani e di fiducia tra le persone”. A maggio 2021 la città di Salerno sarà chiamato al voto per le comunali. Forte di questo risultato ottenuto prevede di essere ancora in campo? “E’ una valutazione che farò insieme al partito e ai miei amici. Ho sempre fatto un lavoro di squadra e se c’è bisogno di una mia presenza in prima linea candidandomi, come ho sempre fatto ci sarò; se c’è bisogno di un lavoro diverso per il partito e la costruzione di una lista forte alla stessa maniera mi metto in discussione. Non è prioritario dire ora se sono o meno candidato; usciamo da questo risultato, dobbiamo lavorare per fare cose interessanti e io sono a disposizione, sia nel candidarmi sia nel contribuire alla costruzione di una lista forte”. Da dove riparte ora Nico Mazzeo? “Riparto dalla mia attività lavorativa, quella di tutti i giorni che mi fa vivere e fa vivere la mia famiglia. Non ho nessun incarico di partito, non ne ho mai avuti in precedenza e si riparte dal lavoro, alla base della formazione di vita. Riparto dalle mie attività e ricominciamo a vivere, tenendo sempre sotto occhio l’attività politica della città, per il bene dei cittadini che mi hanno visto sempre partecipe in questi 10 anni”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->