Mezzaroma: «I nuovi acquisti entro dieci giorni»

Scritto da , 8 agosto 2013

SALERNO. Chi è causa del suo mal pianga sè stesso. I risultati deludenti maturati in questo primo scorcio di stagione a cospetto di modeste formazioni di Seconda Divisione e quinta serie sono lo specchio fedele dello status attuale di una società che ,per quanto forte economicamente ed ambiziosa, paga una politica al risparmio che ha comportato, almeno sin ora, un evidente ridimensionamento degli obiettivi rispetto alle stagioni passate. Aver sopravvalutato il rendimento offerto da alcuni giocatori l’anno scorso, puntare su chi, ormai da un anno, è puntualmente bocciato dall’allenatore di turno (Zampa) ed aver perso per poche decine di euro elementi di categoria superiore e che avrebbero fatto la differenza ha creato non poche difficoltà a Stefano Sanderra. “Sappiamo che vanno fatti degli innesti” – ha dichiarato Mezzaroma – “specie a centrocampo. Alcune operazioni contiamo di chiuderle entro una decina di giorni. Vedo in giro un pò troppo pessimismo, bisogna invece partire con lo spirito e le motivazioni giusteDopo Agius e Giacomini, potrebbe sfumare un altro calciatore indicato dall’allenatore come funzionale alla sua idea di gioco; stiamo parlando di Luiz Sacilotto, cui richiesta (circa 100mila euro) è stata ritenuta eccessiva dalla proprietà che, ad ora, è disposta ad offrire la metà inserendo, al massimo, qualche bonus legato al raggiungimento della promozione. Per lo stesso motivo è stata accantonata, almeno al momento, la pista Lunardini e a questo punto, dopo il valzer di nomi che ha contraddistinto gli ultimi due mesi, non è affatto da escludere che si provveda ad una soluzione “interna”, con il ritorno di Perpetuini, Ricci e forse Mancini (anche in questo caso la distanza rispetto alle pretese economiche è superiore ai 50mila euro e c’è l’ostacolo buonuscita del Verona). Si raffredda, quindi, anche la pista Agodirin: il procuratore, Fedele, non si aspettava tempi così lunghi e sta iniziando a guardarsi concretamente intorno. Volpe dell’Entella è altra pista difficilmente praticabile, mentre in uscita è concreto l’interesse del Foggia per Mounard; il francese vorrebbe restare ed aspetta di parlare con Lotito per chiarire definitivamente la sua posizione, i pugliesi attendono senza fretta e sognano il gran colpo di mercato. Sempre in uscita, occhio alle posizioni di Grassi (atteso a braccia aperte a Pontedera), Guazzo (che piaceva molto al Perugia), Gustavo (si è raffreddata la pista San Gallo ed il brasiliano piace a Sanderra) e Topouzis, sondato da Arzanese ed Aversa Normanna.
Gaetano Ferraiuolo

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->