Mercato San Severino. Auto sul corteo funebre cade la bara e il defunto finisce sulla strada. Cinque feriti

Scritto da , 2 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

MERCATO SAN SEVERINO. Auto piomba su corteo funebre e travolge vedova ed i portatori facendo cadere ed aprire la bara con il defunto. Ferite cinque persone, la moglie della vittima ed i quattro portatori della bara. Lotto impazzito per una vicenda che è diventata l’argomento del giorno nel centro della Valle dell’Irno. E’ successo ieri  mattina attorno alle 12,45,  nella frazione Curteri di Mercato San Severino dove si stava svolgendo il funerale di Tommaso Galiano, 65 anni ispettore in pensione della squadra Mobile alla sezione falchi della questura di Salerno , originario della frazione Acquarola. Numerose le persone presenti al rito anche perchè la vittima  era  il fratello dell’ex sindaco Domenico attuale presidente dell’associazione degli avvocati della Valle dell’Irno. Un giovane, L. S.32 anni residente nella frazione S.Angelo,  alla guida di un’auto per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del veicolo piombando letteralmente sul corteo funebre appena uscito dalla chiesa di S.Marco Evangelista di Curteri. L’autista forse in stato di ebbrezza ha travolto la moglie del defunto Antonia Ligato ed quattro portatori della bara della ditta di pompe funebri Maurizio. a bara è caduta per terra si è aperto ed il defunto è finito sulla strada.  Si sono vissuti momenti di panico e terrore, per fortuna la massiccia presenza di poliziotti tra cui il dottor Raffaele Pagano, questore di Campobasso e dell’ispettore capo Giovanni Mazzeo, nonchè di diversi agenti della squadra mobile di Salerno, colleghi della vittima, ha evitato il peggio. Molti dei presenti si sono diretti verso l’auto del giovane con l’intento di aggredirlo. Sono stati gli stessi agenti a fermare il 32enne di S.Angelo, figlio di un noto e apprezzato elettricista del paese,  che sarà sottoposto ad alcotest nei prossimi giorni. Nel frattempo sul posto sono arrivate le ambulanze dell’associazione La solidarietà che hanno trasportato i feriti al vicino ospedale di Curteri  e fortunatamente le loro condizioni non destano preoccupazione. Hanno riportato escoriazioni in varie parti del corpo.Già in serata la vedova del poliziotto e gli altri quattro feriti hanno fatto ritorno nelle loro abitazioni. La vicenda ha destato stupore e curiosità nel centro capofiula della Valle dell’Irno  e sono stati in tanti a segnare i numeri per giocarli al lotto, ossia il 47 il morto, 72 la meraviglia, 4 la bara, 55 il corteo funebre e 56 l’incidente.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->