Mercatini di Natale, un clamoroso flop

Scritto da , 25 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Vincenzo Senatore

I mercatini di Natale non attirano l’attenzione degli ambulanti. L’amministrazione comunale di Battipaglia ha dovuto infatti constatare la totale assenza di domande per l’assegnazione di posteggi fuori mercato nel periodo compreso tra il 7 dicembre e il 6 gennaio prossimi. Le zone individuate dal Comune sono Piazza San Francesco, spazio di 3 metri quadri per la vendita di prodotti alimentari e non, via del Centenario (due spazi da 10 metri quadri ciascuno per prodotti non alimentari), via della Libertà (uno spazio da 10 metri quadri per prodotti non alimentari), Piazza Amendola (due spazi da 3 metri quadri ciascuno sempre con esclusione del food). Alla scadenza del termine per le domande nessuno si è fatto avanti, quindi addio ai mercatini. Va male anche l’avviso pubblico, sempre a firma del Comune di Battipaglia, che assegnava degli stalli presso via Sica e Piazza Petrone, in questo caso per la sola vendita di prodotti alimentari. Nulla da fare. A questo punto si lavora su qualche progetto alternativo, anche se i tempi sono abbastanza ristretti. Evidentemente le aree proposte non sono di interesse per i venditori, che a fronte di un costo per l’occupazione del suolo pubblico sono molto attenti nel valutare la possibilità di guadagno in rapporto alla zona d’insediamento. Sta di fatto che al momento non esiste alcun programma per la realizzazione di aree destinate al commercio per strada in occasione del Natale. Eppure nel 2017 i mercatini natalizi, sebbene allestiti in Piazza Amendola, hanno dato una discreta risposta dal punto di vista della partecipazione e del giro d’affari. In ogni caso, visto quanto accaduto anche nella vicina Salerno dove i mercatini sul Lungomare sono saltati, c’è da pensare che questa formula di commercio non sia più molto redditizia per chi la pratica. Della vicenda, comunque, si stanno occupando gli uffici del Comune della Piana e non è escluso che nei prossimi giorni si organizzi un incontro con gli ambulanti al fine di capire se c’è ancora spazio per allestire almeno un’area destinata al commercio per strada.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->