Memorial Franco Orio: 5 Anni dopo. Le borse di studio

Scritto da , 1 novembre 2014

Con il“Memorial Franco Orio: 5 Anni Dopo”,  è stato ricordato, venerdì sera al Grand Hotel Salerno il dottor Franco Orio, l’illustre endocrinologo salernitano scomparso il 17 marzo del 2009, nell’ambito della giornata conclusiva del XVIII Corso di Aggiornamento Post-Specialistico in Endocrinologia, organizzato dal professor Francesco Orio, professore di Endocrinologia dell’Università “Parthenope” di Napoli e medico endocrinologo universitario dell’Azienda Ospedaliera di Salerno. Durante la serata presentata con simpatia ed ironia dal conduttore di “Elisir”, il giornalista di RAI3 Michele Mirabella, sono state consegnate quattro Borse di studio intitolate alla Memoria di Franco Orio. Quella alla migliore giovane endocrinologa campana è stata consegnata dalla professoressa Annamaria Colao e dal dottor Vincenzo Viggiani, alla trentaduenne  Giovanna Muscogiuri, che con la  borsa di studio ricevuta continuerà il suo percorso di ricerca scientifica nell’ambito diabetologico. La Borsa di Studio per la  migliore laureata del Corso di Laurea in Medicina a Salerno, è stata consegnata dal Rettore Aurelio Tommasetti  alla venticinquenne  Mariarosaria Sessa, laureatasi nel 2013 con 110 e lode. Sempre il Magnifico Rettore ha consegnato  altre due Borse di Studio ai due migliori studenti del Corso di Laurea in Medicina di Salerno: Chiara Di Filippo e Michele Bellino che, con gli esami finora  sostenuti,  hanno raggiunto  una media superiore a  29  con circa tredici 30 e lode. Soddisfatti: il Rettore Tommasetti:”Conferire borse di studio è un piacere immenso: oggi  ricordiamo una persona che ha fatto la storia della Medicina  a Salerno e  nel contempo diamo a dei giovani una prospettiva per il futuro”;  il Direttore Generale dell’AOU “Ruggi” di Salerno, dottor Vincenzo Viggiani: “Questi ragazzi meritano un futuro straordinario”, e la Professoressa Annamaria Colao, insigne studiosa e ricercatrice endocrinologa dell’Università “Federico II” di Napoli che era molto legata al dottor Franco Orio:” Ho un ricordo bellissimo di Franco che è stato mio docente, quando ero studentessa all’Università di Medicina. Per me essere qui è ormai un fatto affettivo”.  Tanti gli amici che  hanno ricordato il volto sorridente e il carattere affabile di Franco Orio: tra  questi l’avvocato  Antonio Brancaccio:” Franco ha salvato tante vite umane, gratuitamente. La società civile gli deve tanto. Ha trasmesso un atto di fede nella medicina e nei rapporti umani”. Il senatore Alfonso Andria, ha ricordato  le indiscusse  qualità professionali  e umane di Franco Orio:”  La sua è stata una missione. Ha sempre posto al centro dell’attenzione la persona, incarnando dentro di se tante virtù”. Il Professor Gaetano Lombardi, Past – President della Società Italiana di Endocrinologia, ha ricordato, alcuni momenti vissuti con il dottor Orio:”  Abbiamo studiato insieme  e  pur avendo seguito percorsi paralleli, abbiamo sempre condiviso tutti i successi. Franco oltre ad essere stato un grande scienziato è stato un gentiluomo”. Il dottor Mario Ascolese,  Presidente Regionale dell’Associazione Medici Cattolici ha ricordato che il dottor Orio  ha ricoperto la stessa carica”Ha sempre portato la fiaccola della scienza guidata dalla fede”.  Ospiti d’eccezione il Rettore dell’Università della Georgia Regents, il professor Ricardo Azziz e il professor  Charles Sultan , Ordinario di Pediatria dell’Università di Montpellier in Francia. Le quattro  Borse di Studio sono state  realizzate  grazie al contributo dei Club  Rotary:  Salerno Est, presieduto dal dottor Antonio Napoli,  che ha ricordato il rotariano Franco Orio:”Era socio del Club Rotary Salerno Est, al quale ha  dato lustro come ha dato lustro a tutta la città di Salerno. Una persona di grande umanità”;  e Rotary Salerno, presieduto dall’avvocato Nunzio Di Filippo:”Il nostro Club ha sempre sostenuto questa iniziativa   che  destina i premi ai giovani che daranno il loro contributo di professionalità e umanità nella nostra comunità”; alla Fondazione “Antonio Genovesi” SDOA, presieduta dal dottor Vittorio Paravia:”E’ stato un grande uomo”;  e grazie alla sensibilità di due  aziende private, quali la DECHEM, diretta dal dottor Marco De Vita, che ha ricordato che Franco Orio era:”Un amico dei suoi pazienti”;  ed il CMSO (Centro Medico Specialistico Orio), diretto dal dottor MarcelloOrio.”E’ questo il modo più bello per onorare la memoria di nostro padre che ha sempre creduto nei giovani”. Sono intervenuti anche i dottori DanteLopardo, Gerardo Siano, Ernesto Russomando, Vincenzo Ronca, Enrico Marano, il Presidente dell’Humanitas,   Roberto Schiavone; il dottor  Vincenzo Russo; il  professor  Giuseppe Vito;  la dottoressa Carla Riganti, la dottoressa  Angela Annechiarico; il dottor  Giovanni D’Angelo e l’Assessore Franco Picarone.

Aniello Palumbo

                                                           

 

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->