Maxi progetto ripascimento Golfo di Salerno: Tar rigetta ricorso Legambiente

Scritto da , 22 Giugno 2021
image_pdfimage_print

Il Tribunale amministrativo regionale – sezione di Salerno respinge il ricorso di Legambiente Campania contro il maxi intervento di difesa e ripascimento del litorale del Golfo di Salerno nei comuni di Pontecagnano, Battipaglia, Eboli, Capaccio Paestum ed Agropoli. I giudici della prima Sezione (presidente Francesco Riccio, referendari Eleonora Monica e Lica Iera), infatti, hanno ritenuto infondato, compensando le spese di giudizio, l’intero gravame sollevato dall’associazione ambientalista a sostegno della propria richiesta di annullamento del decreto dirigenziale numero 532/2014 della Regione Campania – Dipartimento della salute e delle risorse naturali, Direzione generale per l’ambiente e l’ecosistema – con il quale è stato espresso parere favorevole al progetto (con prescrizioni di Valutazione di Impatto Ambientale, integrata con la Valutazione d’Incidenza), nonché delle determinazioni dirigenziali numero 77/2012 e numero 95/2014 con cui la Provincia di Salerno ha approvato il progetto preliminare e definitivo dell’opera. Tra i vari enti coinvolti nel progetto e chiamati in causa dalla ricorrente, si sono costituiti in giudizio Regione Campania, Provincia di Salerno, Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed i Comuni di Pontecagnano Faiano, Eboli e Battipaglia, i cui legali hanno presentato corpose memorie difensive. Nello specifico, Legambiente Campania aveva sollevato eccezioni su procedura Vas, conferenze di servizi, varianti urbanistiche, pareri di conformità rilasciati dai comuni e pareri degli Enti Riserve.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->