MARINA PELLEGRINO E FRANCESCO VENGA CHIUDONO CON SUCCESSO LA RASSEGNA MUSICALE VIETRESE DEI “CONCERTI IN VILLA”

Scritto da , 25 Agosto 2015
image_pdfimage_print

La pianista vietrese Marina Pellegrino e il violinista avellinese  Francesco Venga, sono stati i protagonisti, lunedì sera  nel Duomo di San Giovanni Battista di Vietri sul Mare,   del concerto di chiusura della rassegna estiva dei “Concerti in Villa”, fortemente voluta dal Sindaco del  Comune di Vietri sul Mare, l’avvocato Francesco Benincasa, e promossa  in collaborazione con il Conservatorio “Martucci” di Salerno, la Provincia di Salerno,  l’Ept di Salerno e la Confederazione Nazionale Artigiani di Salerno,  che ha visto esibirsi, sia nella suggestiva “ Villa Comunale” di Vietri, sia  nella straordinaria cornice di  “Villa Guariglia”,  musicisti d’eccellenza locali e non solo.  I due giovani  musicisti, durante il recital per pianoforte  e viola, hanno eseguito con grande virtuosismo : l’Adagio Allegro, Opera 70,  di Schumann; la  romantica “Sonata per pianoforte e viola op. 120 n.1” di  Brahms;  la “Meditazione” e la moderna fantasia  “Sonata per viola e pianoforte op.11 n.4”   scritte agli inizi del ‘900 dal musicista tedesco   Paul Hindemith, affascinando i tanti presenti tra i quali vi erano  il  Vicesindaco del Comune di Vietri sul Mare, l’Avvocato Antonietta Raimondi, che ha sottolineato la grande partecipazione dei cittadini vietresi alla rassegna musicale: ”Hanno potuto ascoltare i concerti di musica classica e quelli di musica jazz in due splendide e suggestive location”, e  l’Assessore alla Cultura e alla Ceramica Giovanni De Simone,  che, durante i concerti,  ha  voluto  che noti Maestri della ceramica vietrese, ispirati dalle note dei brani eseguiti dai musicisti, creassero al tornio  le loro  caratteristiche opere che saranno donate al “Museo della Ceramica” di “Villa Guariglia”: “Con questa  rassegna musicale, che   proseguirà anche nei prossimi anni, abbiamo dato un nuovo impulso alle eccellenze musicali  e artistiche del nostro territorio”. Ad impreziosire ulteriormente la serata,  è stato il  giovane presentatore, Antonio Avallone, diplomato in “Strumenti e Percussioni” al Conservatorio “G. Martucci” di Salerno, che  con competenza  e professionalità ha spiegato nei dettagli  le difficoltà tecniche presenti nei brani eseguiti  e raccontato alcuni particolari  sui  famosi autori delle opere.  Emozionati e commossi per gli applausi calorosi e spontanei ricevuti dal pubblico, Marina Pellegrino e Francesco Venga, entrambi diplomati con il massimo dei voti al Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, hanno concesso il bis eseguendo il brano “Après un rève”, la Romanza più celebre di Gabriel Faurè.  I due musicisti da oltre tre anni suonano insieme in molti concerti: Marina Pellegrino, che  attualmente frequenta il corso  di “Musica da Camera” del Maestro Carlo Fabiano  all’Accademia di Santa Cecilia di Roma, ama calarsi con tutta se stessa nelle armonie e nelle atmosfere create dai brani  di  Hindemith che interpreta trasmettendo le forti  emozioni che prova attraverso la sua mimica facciale che ne   sottolinea  la  grande   bellezza:“ Hindemith è un autore meraviglioso!”; Francesco Venga, che invece sta seguendo i corsi dell’Accademia Stauffer di Cremona e  sogna di entrare a far parte di un’orchestra stabile, seppur diplomato in violino, preferisce suonare la viola:” Ha un timbro più caldo e ricco. La viola canta molto più del violino”. Soddisfatto il Maestro Luigi Avallone, Direttore Artistico della rassegna musicale: ” Abbiamo avuto una buona affluenza di pubblico, composto anche da turisti stranieri, al quale abbiamo fatto conoscere queste giovani promesse che durante le loro ottime performance  hanno eseguito musiche di vari generi, proponendo repertori molto impegnativi”. Don Mario Masullo, parroco del Duomo di San Giovanni Battista ha immediatamente dato la sua disponibilità ad ospitare il concerto finale della rassegna,  previsto, nella prima settimana di agosto, a “Villa Guariglia”,  poi spostato  a causa della pioggia:” La nostra Chiesa apre sempre le porte ad eventi culturali come questi, che ci consentono di vivere l’esperienza di Dio in modo diverso,  grazie anche alla disponibilità della Curia”. Don Mario ha anche ricordato che a novembre si celebreranno i 1010 anni dalla fondazione della chiesa parrocchiale fondata nel 1005: ”Abbiamo invitato alla celebrazione la Corale della Diocesi di Roma, diretta da Monsignor Marco Frisina”.  Tra i presenti i professori Nella Pinto e Guido Mastroianni, ideatori della manifestazione “Estate Classica” che, giunta alla quarta edizione, inizierà il 31 agosto  presso l’Arciconfraternita della SS. Annunziata e del SS. Rosario di Vietri sul Mare.

Aniello Palumbo

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->