Mariano Falcone: «E’ il tempo delle nostre proposte»

Scritto da , 1 ottobre 2017

“Noi con Salvini” terrà oggi la prima conferenza programmatica provinciale a Capaccio, presso l’agriturismo Fabrizio Maria. Parteciperanno all’evento tutti i dirigenti provinciali, comunali, tesserati e simpatizzanti, inoltre interverranno il Coordinatore regionale del movimento Gianluca Cantalamessa e l’onorevole Pina Castiello. Si farà un resoconto rispetto all’attività svolta in questi due anni e il momento di rilancio in vista delle vicine elezioni politiche. «Si parlerà delle problematiche dei territori- spiega Mariano Falcone, vice coordinatore regionale di Noi con Salvini- portando le proprie esperienze e le novità del partito. Saranno proposte diverse opportunità per il settore giovanile, il turismo, la sanità, la scuola e molto altro. Il nostro intento è di portare delle proposte e segnalare le problematiche relative ai settori in cui è possibile intervenire. Non solo, sarà un momento di confronto nel partito di tematiche e strategie politiche. Si confronteranno le varie esperienze del partito, i quadri del centro-destra a livello nazionale. Un ragionamento che deve mostrare un centro-destra unito per una serie di argomenti, idee e proposte che riesca a convincere il centro-sinistra, fascia che non crede nei vecchi modelli». Si parlerà della gente comune che ogni giorno soffre una crisi spaventosa, degli incrementi ai fondi degli extracomunitari e dei bonus alle famiglie bisognose. «Con questa normativa- continua Falcone- i soldi andranno alle famiglie di immigrati. Sarà proposto ai sindaci di reinserire una norma per i servizi sociali che dia la possibilità alle famiglie italiane che partecipano ai bandi di edilizia popolare, di avere le stesse possibilità che hanno gli extracomunitari poiché i cittadini italiani devono certificare di non avere proprietà immobiliari. La guardia di finanza può verificare che non ci siano in Italia, ma negli altri paesi no. Quindi, i cittadini stranieri devono avere una certificazione che garantisce di non avere immobili». Un excursus a 360° di quella che è la situazione a livello nazionale e cosa il partito vorrebbe cambiare:«vogliamo fare politica mettendoci la faccia. Dopo l’evoluzione che la Lega ha portato attraverso Salvini in questi anni, abbiamo avuto l’idea di portare una lista da nord a sud che identifichi Salvini con una lista comune».

Consiglia