Maraio: «I negozi? Ognuno faccia la sua parte»

Scritto da , 16 agosto 2014

I numeri – a detta dell’assessore al turismo Enzo Maraio – ci sarebbero tutti. Quel che manca sono le aperture dei negozi. Sostanzialmente anche a Ferragosto sono stati in pochi a rispondere all’appello dell’amministrazione comunale e delle associazioni di categoria. Troppe ancora le saracinesche abbassate lungo le zone centrali del corso e di via Mercanti, a differenza delle grosse catene che sia venerdì che ieri hanno tenuto aperte le proprie attività. Per il resto, l’immagine è stata desolante, nonostante l’arrivo di alcuni gruppi di turisti e dei tanti salernitani rimasti in città. Oggi ci sarà il maggiore afflusso: quasi 7mila crocieristi che dalle 6,00 di questa mattina sbarcheranno dalla Msc, Equinox della Celebrity Cruises. E l’appello resta sempre lo stesso: «Aprite i negozi». Giacomo La Marca della Cidec, dice: «Se vogliamo crescere e diventare una città turistica, dobbiamo fare dei sacrifici e tenere aperti i negozi». «Già in precedenza avevamo lanciato l’appello. Certo a Ferragosto la città era abbastanza deserta, ma i negozi che sono rimasti aperti hanno lavorato, soprattutto con i salernitani rimasti in città. Ora accogliamo le navi da crociera e spero che i commercianti capiscano l’importanza di tenere aperte le proprie attività. So che sono giorni di vacanza ma occorre fare qualche sacrificio». Quanto ai visitatori, secondo il bilancio di Vincenzo Maraio: «Abbiamo avuto numeri importanti nel giorno di Ferragosto. Basta vedere gli accessi che ci sono stati nelle strutture museali che sono rimaste aperte. Abbiamo avuto, ad esempio, 500 persone nel solo museo di Carotenuto; stesse cifre per il giardino della Minerva e per il museo della scuola medica salernitana. Dall’Infopoint ci giungono notizie positive, con la presenza di diversi gruppi che sono stati accompagnati anche dalle guide. Stessi dati positivi anche per gli alberghi che in questo weekend hanno sfiorato il tutto esaurito». Quanto ai negozi, dice Maraio: «Come Comune abbiamo messo a disposizione tutti i servizi necessari anche per l’arrivo dei crocieristi di domenica. Naturalmente ognuno deve fare la propria parte. Avere una città con in negozi aperti la rende più accogliente, anche perché contrariamente a quanto sostiene qualcuno la maggior parte dei crocieristi si ferma a Salerno città». Secondo il programma di questa mattina: alle ore 6,00 c’è il primo attracco; dopo un quarto d’ora il secondo mentre alle 8,00 approderà l’ultima nave al porto di Salerno. «Abbiamo potenziato il servizio di informazione ed accoglienza al porto, così come garantiremo la presenza dell’Infopoint e con l’assessore Cascone abbiamo potenziato i servizi di trasporto su gomma. Penso che siamo sulla buona strada per rendere questa città sempre più turistica ed accogliente». (andpell)

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->