Mara Carfagna apre ai Fratelli

Scritto da , 11 giugno 2014

La Carfagna c’è. Sembrava fosse scomparsa ed invece, dopo le sollecitazioni e gli attacchi subiti da più parti negli ultimi giorni, ieri è stata costretta a scendere in campo in prima persona. Supporta, poi, naturalmente dalla raffica di dichiarazioni da parte dei fans susseguitesi scientificamente per l’intero pomeriggio. Da Porta Elina, dunque, giunge la vera analisi del voto sulle ultime elezioni, ed arriva quindi la consapevolezza della stessa Carfagna che qualcosa debba cambiare prima che sia troppo tardi. Così l’ex ministro propone un “tavolo permanente del centrodestra per ridisegnare il futuro di Salerno e provincia”. E a quanto pare avrebbe ritrovato anche i Fratelli d’Italia di Edmondo Cirielli, che attraverso il portavoce cittadino Rosario Peduto hanno detto sì alla proposta Carfagna. «C’è un tempo per tutto, e questo è quello dell’unità da ritrovare nel centrodestra. I risultati dei ballottaggi ed il particolare momento che vive la nostra coalizione, che pure in Campania continua a raccogliere risultati superiori alla media nazionale, impongono una riflessione che non può non partire da un progetto di riunificazione di tutte forze del centrodestra», sostiene Mara Carfagna che in questa fase ora immagina: «Che sia opportuno che proprio a Salerno venga istituito un tavolo permanente intorno al quale i partiti del centrodestra si confrontino ed individuino i percorsi migliori per un progetto unitario. Con la Regione guidata da Stefano Caldoro abbiamo dimostrato che con equità e serietà anche settori disastrati dal centrosinistra, come l’ambiente e la sanità, possono essere risanati e rilanciati. È da questa esperienza di buongoverno che dobbiamo ripartire. L’unità del centrodestra anche in provincia di Salerno è una priorità ed io mi faccio carico dell’invito a tutti i responsabili dei partiti della coalizione ad un tavolo comune. Ce lo chiede il nostro elettorato, ce lo impone il nostro senso di responsabilità per il bene dei cittadini di tutta la provincia di Salerno». Considerazioni condivise dal senatore forzista Enzo Fasano che dice: «L’unità del centrodestra? Credo sia un dovere almeno io lo avverto come tale ed occorre fare ogni sforzo per ritrovare percorsi unitari a destra». Ed una prima risposta arriva poco dopo dai coordinatori e referenti cittadini di Forza Italia (Antonio Roscia), Rosario Peduto (Fratelli d’Italia) e Roberto Celano (Ncd), disponibili ad istituire un tavolo comune permanente del centrodestra. «Nel frattempo – dicono – invitiamo tutti a mettere da parte egoismi personale e rendite di posizioni individuali che non portano a nessuna parte. Solo un percorso comunale ci porterà a vincere a Salerno, in Campania ed in Italia». Plauso alla Carfagna anche dai consiglieri comunali Giuseppe Zitarosa e Raffaele Adinolfi. All’appello, insomma, mancherebbe solo Salvatore Gagliano.                                                          (andpell)

Consiglia