Manto stradale a pezzi, una giornata di disagi per la voragine nella zona orientale

Scritto da , 25 maggio 2018
image_pdfimage_print

Brigida Vicinanza

Una città totalmente paralizzata ieri mattina, a causa di una voragine che si è aperta sul Lungomare Colombo, nella zona orientale di Salerno. Un autobus della Sita diretto nel Cilento infatti è letteralmente sprofondato con una delle ruote anteriori sul manto stradale, completamente dissestato. Un problema quello delle strade sollevato più volte nell’ultimo periodo, da consiglieri comunali di maggioranza ma anche di opposizione. Sicuramente la pioggia di due giorni avrà fatto sì che il manto stradale si indebolisse, ma è pur vero che oramai tutta la città è ridotta a un colabrodo. Dovunque i disagi sono quotidiani. Basti pensare che già domenica i cittadini hanno dovuto fare i conti con unemergenza in pieno centro, in via Volpe, dove un avvallamento della strada ha interrotto il traffico veicolare nella zona per permettere la manutenzione. In una domenica mattina, quando era in corso anche la manifestazione “Pedalando per la città”. Disagi ad automobilisti, ma non solo. Anche ai pedoni che oramai sono costretti ogni giorno a percorrere un vero e proprio percorso ad ostacoli tra le strade cittadine, tra cantieri aperti e lavori di “Open Fibra” che stanno letteralmente esasperando gli animi. In ogni caso, ieri mattina, la strada “crollata” nei pressi del Polo Nautico,è solo l’ennesimo episodio di una città completamente distrutta. E’ stato necessario l’intervento di una gru per permettere al veicolo di sgomberare la strada, con il conseguente disagio per tutti i cittadini di Salerno che si sono visti improvvisamente modificare il dispositivo di traffico e chiudere la strada, in un orario di punta, che già normalmente e quotidianamente congestiona completamente la città. Un problema poi quello del traffico che ancora non è stato risolto. Infatti dall’amministrazione comunale hanno incaricato un’equipe dall’Università degli studi di Salerno che sta provvedendo proprio a studiare le dinamiche veicolare e le zone con maggiore flusso di auto, ovvero alcuni dei punti cruciali in città, per relazionare entro fine mese poi l’assessore all’urbanistica e alla mobilità Mimmo De Maio, sulle soluzioni alle problematiche che da Palazzo di Città dovranno prendere per evitare che la città si chiuda completamente e si congestioni durante tutto il giorno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->